Evasione fiscale: Soru a processo, giudice chiede stampa fuori

(AGI) - Cagliari - Imbarazzo questa mattina intribunale a Cagliari all'apertura del processo per evasionifiscale contro Renato Soru, segretario regionale del  [...]

(AGI) - Cagliari, 6 mar. - Imbarazzo questa mattina intribunale a Cagliari all'apertura del processo per evasionifiscale contro Renato Soru, segretario regionale del Pd,europarlamentare e patron di Tiscali, accusato di evasionefiscale, quando il giudice Sandra Lepore ha invitato igiornalisti ad uscire dall'aula. Dopo aver sollecitato piu'volte un'udienza a porte chiuse "visto che si tratta di unpersonaggio pubblico", il giudice ha sostenuto che tutti gliaddetti ai lavori potevano assistere all'udienza - indibattimento - fatta eccezione della stampa. Soru che ha subitoprecisato di non aver alcun problema, e' stato costretto aribadire il concetto quando il magistrato gli ha chiesto, pochiminuti dopo, se avesse cambiato idea. Quando, infine, ilgiudice ha invitato nuovamente le parti a un'udienza a portechiuse chiedendo subito alla stampa ad uscire, il segretariodel Pd assieme al suo avvocato Giuseppe Macciotta ha ribaditoancora una volta la sua posizione. Solo a quel punto e' stataaperta l'udienza - ancora in corso - cui hanno potuto assisterei giornalisti. Il processo all'ex presidente delal RegioneSardegna e' cominciato il 28 maggio scorso, davanti allaseconda sezione del tribunale di Cagliari. Secondo le indaginidella guardia di finanza coordinate dal pm Andrea Massidda,Soru e Tiscali, fra il 2005 e il 2010, avrebbero evaso alcunimilioni di euro attraverso la Andalas ldt, societa' con sede aLondra che nel 2005 avrebbe concesso un prestito di 27 milionidi euro alla Tiscali finance. Dalla restituzione degliinteressi sarebbe derivato - secondo l'accusa - un guadagno dimilioni di euro non denunciati al fisco ne' italiano ne'inglese. Della vicenda si era occupata anche l'agenzia delleentrate con cui Soru, pur ribadendo la sua convinzione di averagito correttamente, ha trovato un accordo che prevedeva ilpagamento di sette milioni di euro in tre anni. Il processoentra nel vivo oggi, con la presenza di Soru in tribunale, dopoun rinvio disposto il 6 novembre scorso quando il giudicemonocratico Simone Nespoli si era astenuto, in quanto, nellasua attivita' di gip aveva disposto il sequestro di beni delpatron di Tiscali nell'ambito dello stesso procedimento. Datal'incompatibilita', l'udienza era stata assegnata all'attualegiudice, Sandra Lepore. .