Meryl Streep sulle molestie: "L'aria è cambiata grazie a Hollywood



16 gennaio 2018,09:14

Meryl Streep, a Milano per presentare ieri sera in anteprima nazionale 'The Post', il film di Steven Spielberg con Tom Hanks in uscita in Italia il 1.mo febbraio, parla del movimento #MeToo e della battaglia delle donne contro le molestie che ha sconvolto Hollywood. "C’è voluto così tanto perché le donne si ribellassero alle molestie perché, a mio avviso, l’essere umano impara molto lentamente. In ogni caso sono certa di una cosa: l’aria è cambiata - dice l'attrice tre volte premio Oscar -. E questo non accade solo a Hollywood: sta succedendo in ambito militare, nel Congresso, in vari settori e in molti posti di lavoro. La situazione sta cambiando, anche se devo dire che le donne hanno sempre combattuto per affrontare questo problema: donne che lavorano al ristorante, in ospedali, in case di riposo o donne che lavorano in agricoltura la cui associazione si batte da anni contro le molestie. Le cose però hanno cominciato a cambiare veramente quando è scesa in campo Hollywood. Allora le persone hanno avuto il coraggio di denunciare. Sono molto ottimista - aggiunge - e sono convinta che ci sarà forse qualche passo indietro ma non si potrà che andare avanti su questa strada".

Video AGI / Andrea Cauti



16 gennaio 2018,09:14

Meryl Streep, a Milano per presentare ieri sera in anteprima nazionale 'The Post', il film di Steven Spielberg con Tom Hanks in uscita in Italia il 1.mo febbraio, parla del movimento #MeToo e della battaglia delle donne contro le molestie che ha sconvolto Hollywood. "C’è voluto così tanto perché le donne si ribellassero alle molestie perché, a mio avviso, l’essere umano impara molto lentamente. In ogni caso sono certa di una cosa: l’aria è cambiata - dice l'attrice tre volte premio Oscar -. E questo non accade solo a Hollywood: sta succedendo in ambito militare, nel Congresso, in vari settori e in molti posti di lavoro. La situazione sta cambiando, anche se devo dire che le donne hanno sempre combattuto per affrontare questo problema: donne che lavorano al ristorante, in ospedali, in case di riposo o donne che lavorano in agricoltura la cui associazione si batte da anni contro le molestie. Le cose però hanno cominciato a cambiare veramente quando è scesa in campo Hollywood. Allora le persone hanno avuto il coraggio di denunciare. Sono molto ottimista - aggiunge - e sono convinta che ci sarà forse qualche passo indietro ma non si potrà che andare avanti su questa strada".

Video AGI / Andrea Cauti