Greta Beccaglia: "Le scuse del tifoso non mi interessano"

Greta Beccaglia: "Le scuse del tifoso non mi interessano"

La giornalista molestata in diretta tv davanti allo stadio di Empoli, non perdona il tifoso della Fiorentina che l'ha palpeggiata e in un'intervista alla Gazzetta dello Sport spiega che la sua denuncia è anche per le donne che "non hanno la possibilità di difendersi"

greta beccaglia giornalista molestie scuse tifoso

© Greta Beccaglia / Instagram - Greta Beccaglia

AGI - "Ho saputo che si è scusato ma non mi interessa. Il suo è stato un gesto grave. Ha toccato il mio corpo senza averne il permesso, è stato scioccante e io sono stata fortunata perché ero in diretta davanti a una telecamera": Greta Beccaglia, la giornalista molestata in diretta tv davanti allo stadio di Empoli, non perdona il tifoso che l'ha palpeggiata e in un'intervista alla Gazzetta dello Sport spiega che la sua denuncia è anche per le donne che "non hanno la possibilita' di difendersi, che non hanno le prove video della molestia subita".

Nei confronti del molestatore la giornalista di Toscata Tv ha detto di non provare nulla: "Ho già fatto il mio dovere denunciandolo". A chi le rimprovera di essersi fatta pubblicià con questo caso, Beccaglia ha replicato: "Non mi interessa, avrei fatto volentieri a meno di questo tipo di notorietà, avrei evitato volentieri di perdere il sonno".