Parte la serie B. Stavolta Dazn sarà pronta?

Reduce da un disastroso esordio in serie A, la piattaforma streaming tenta il rilancio con l'anticipo del campionato cadetto

dazn serie b
 Agf
 Diletta Leotta

Comincia la Serie B e Dazn tenta - ancora una volta - il riscatto. Dopo il disastroso esordio con Napoli-Lazio e la modesta riparazione con Sassuolo-Inter, la piattaforma streaming che trasmette 3 partite di serie A a giornata e 8 incontri su 9 del campionato cadetto, è la sera di Brescia e Perugia. E la possibilità di arginare l'ira di chi sui social tuona contro salti, rallentamenti, e immagini pixellate come se venissero da un modem a 56k.

Per risolvere i problemi tecnici e ampliare la partnership sui contenuti, rappresentanti di Dazn e di Tim si sono incontrati nei giorni scorsi, rivela il Sole 24 Ore. Il fatto che per la prima volta sia stato assegnato al web e allo streaming una parte del calcio in un Paese in cui quanto a “banda ultralarga” si va spesso in coda alle classifiche europee è ugualmente non indifferente. Ritardi, buffering e interruzioni non possono quindi che fare da detonatore, come dimostra anche l’annuncio del Codacons di ricorrere all’Antitrust contro Dazn ma anche contro Sky. In rete c’è poi chi, nel commentare i disguidi di Dazn, non ha mancato di fare il confronto con Netflix –paragone comunque improprio visto che è impossibile che film o serie tv possano avere i picchi del calcio.

Un ruolo chiave nella promozione di Danz, scrive la Gazzetta, può averlo Cristiano Ronaldo, scelto come come global ambassador in Italia e in altri mercati in cui la piattaforma è presente, tra cui Germania, Canada e Giappone. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it