Sono queste le 100 canzoni italiane più belle di sempre?

Vi proponiamo un esperimento, un gioco. Forse una sfida. Questi brani sono stati scelti dal nostro critico musicale. Quale manca secondo voi e quale non dovrebbe starci? 

Sono queste le 100 canzoni italiane più belle di sempre?

Quello che vi proponiamo è un esperimento, un gioco, quasi una provocazione.

Immaginate per un attimo di essere cacciatori di musica alieni e di atterrare proprio in Italia; quindi non avete idea di cosa come si sia evoluta la storia della musica pop nel nostro Paese, non sapreste distinguerne i protagonisti indiscussi, non sareste cresciuti abbracciati ai vostri dischi preferiti, non potreste mai abbinare una canzone ad un bacio o un tramonto, confondereste Mina e Sfera Ebbasta. Sarebbe un mondo orribile, ce lo immaginiamo, ma perlomeno, forse, permetterebbe di guardare alla musica in maniera più oggettiva.

Ci siamo chiesti: quanto siamo in grado di ascoltare una canzone uscita nel 2018 senza considerare l’intera storia della musica italiana? Senza fare paragoni, senza considerare il periodo storico, il sound del tempo passato e presente, e prendere l’opera essenzialmente per quella che è.

Se ci riuscissimo forse le canzoni di Lucio Battisti, con le quali tutti noi siamo cresciuti, avrebbero tutt’altro sapore nei nostri ricordi. Certo, confrontare Gino Paoli con Calcutta risulta quasi (forse peggio di) una bestemmia, ma se noi non avessimo idea di chi sono né l’uno né l’altro, come classificheremmo i loro brani? Allora dopo aver fatto vuoto mentale tentando di resettare ogni nostra reminiscenza musicale abbiamo provato a fare una classifica delle 100 canzoni italiane più belle di sempre. Ci siamo imposti e vi proponiamo anche una regola: si può inserire in classifica solo una canzone per artista, ma un artista può essere inserito in uno o più duetti.

Attenzione, questa che leggerete non è una classifica degli artisti ma delle canzoni; la storia della musica ci ha regalato innumerevoli meteore capaci di produrre capolavori assoluti prima di scomparire nel nulla, quindi in questa classifica non esistono le carriere, ma solo un’opera. Una canzone che in qualche modo li rappresenta, non per forza la più famosa, ma quella che sotto vari punti di vista, tecnico/musicale e poetico/drammaturgico soprattutto, chi vi scrive considera, probabilmente anche sbagliando, la migliore.

Certamente leggendola resterete allibiti, ci saremo dimenticati o avremo volontariamente tenuto fuori la vostra canzone preferita (il lavoro come potrete immaginare è stato tanto divertente quanto lungo e faticoso), o vedrete un cantautore indie che sta dieci posizioni sopra la vostra band preferita. Un consiglio, se non conoscete qualcuna di queste canzoni approfittatene per ascoltarle e segnalateci tranquillamente quelle che secondo voi meritavano una posizione, sperando nella vostra clemenza considerato che solo 100 canzoni rispetto all’immenso patrimonio della musica italiana sono davvero pochissime.

Ecco, ci siamo. A voi la classifica delle 100 canzoni italiane più belle di sempre e se volete potete anche ascoltarla su Spotify:

  1. Ovunque proteggi – Vinicio Capossela
  2. Amore che vieni, amore che vai – Fabrizio De Andrè
  3. Diamante – Zucchero
  4. Giudizi universali – Samuele Bersani
  5. La cura – Franco Battiato
  6. Case stregate - Dimartino
  7. Radioattività – Baustelle
  8. Caruso – Lucio Dalla
  9. Avrai – Claudio Baglioni 
  10. La donna cannone – Francesco De Gregori
  11. Quando – Pino Daniele
  12. Via con me – Paolo Conte
  13. Almeno tu nell’universo – Mia Martini
  14. La descrizione di un attimo – Tiromancino
  15. Passione – Neffa
  16. Mentre dormi – Max Gazzè
  17. E dimmi che non vuoi morire… - Patty Pravo
  18. Il cielo in una stanza – Gino Paoli
  19. Stelle di stelle – Claudio Baglioni e Mia Martini
  20. Sogna, ragazzo, sogna – Roberto Vecchioni
  21. L’ultimo bacio – Carmen Consoli
  22. Sally – Vasco Rossi
  23. Altrove – Morgan
  24. Emozioni – Lucio Battisti
  25. Stormi - Iosonouncane
  26. America – Gianna Nannini
  27. Mi sono innamorato di te – Luigi Tenco
  28. Kurt Cobain – Brunori Sas
  29. Signor Tenente – Giorgio Faletti
  30. Tu, forse non essenzialmente tu – Rino Gaetano
  31. Cirano – Francesco Guccini
  32. Audioricordi – Meg
  33. Le navi – Daniele Silvestri
  34. Solo per te – Negramaro
  35. La costruzione di un amore – Ivano Fossati
  36. E la luna bussò – Loredana Bertè
  37. Costruire – Niccolò Fabi
  38. Ma che freddo fa – Nada
  39. Se telefonando – Mina
  40. Guarda che luna – Fred Buscaglione
  41. Sorella mia – Sergio Cammariere
  42. La notte – Arisa
  43. Ritornerai – Bruno Lauzi
  44. Maracaibo – Lu Colombo
  45. Perdere l’amore – Massimo Ranieri
  46. Un altro posto nel mondo - Mario Venuti
  47. Il mondo – Jimmy Fontana
  48. Ubriaco canta amore – Bandabardò
  49. L’arcobaleno – Adriano Celentano
  50. Mi fido di te – Jovanotti
  51. Non arrossire – Giorgio Gaber
  52. Notte prima degli esami – Antonello Venditti
  53. Non siete Stato voi – Caparezza
  54. Quello che le donne non dicono – Fiorella Mannoia
  55. Pigro – Ivan Graziani
  56. Urlando contro il cielo – Luciano Ligabue
  57. Sole Spento – Timoria
  58. Uomini soli – Pooh
  59. Film muto – Nobraino
  60. Tutti i miei sbagli – Subsonica
  61. Così vicini – Cristina Donà
  62. Gli anni – 883
  63. Portami a ballare – Luca Barbarossa
  64. Totale – Colapesce
  65. Come saprei – Giorgia
  66. Sarà per te – Francesco Nuti
  67. La mia storia tra le dita – Gianluca Grignani
  68. Ti scatterò una foto – Tiziano Ferro
  69. Contessa – Enrico Ruggeri
  70. Ci vorrebbe il mare – Marco Masini
  71. La canzone che scrivo per te – Marlene Kuntz
  72. Il colpo – Niccolò Carnesi
  73. Lacio Drom – Litfiba
  74. Rospo – Quintorigo
  75. Un sabato italiano – Sergio Caputo
  76. Spunta la luna dal monte – Tazenda
  77. La felicità – Canova
  78. Voglio una pelle splendida – Afterhours e Samuel
  79. Vivere – Cesare Andrea Bixio
  80. Splendido splendente – Donatella Rettore
  81. Alghero – Giuni Russo
  82. L’appuntamento – Ornella Vanoni
  83. Il cielo – Renato Zero
  84. A forma di fulmine – Le luci della centrale elettrica
  85. Ho imparato a sognare – Negrita
  86. La nostra ultima canzone – Motta
  87. Varietà – Gianni Morandi
  88. Eppure sentire (un senso di te) – Elisa
  89. L’isola che non c’è – Edoardo Bennato
  90. Servi della gleba – Elio e le storie tese
  91. Pesto – Calcutta
  92. Poetica – Cesare Cremonini
  93. Tutta mia la città – Equipe 84
  94. Bella senz’anima – Riccardo Cocciante
  95. Non abbiamo bisogno di parole – Ron
  96. Ho voglia di innamorarmi – Francesco Baccini
  97. Musica è – Eros Ramazzotti
  98. Ma non ho più la mia città – Gerardina Trovato
  99. Una ragazza in due – I Giganti
  100. Non escludo il ritorno – Franco Califano

A​​bbiamo volutamente e in certi casi forzatamente inserito alcuni artisti nuovi, altri addirittura nuovissimi, per due motivi: il primo è che le canzoni sono effettivamente di una bellezza stratosferica, fossero datate di 30/40 anni le considereremmo dei classici; il secondo per ricordarci che anche il più lungo, avventuroso e importante viaggio comincia pur sempre con un passo; tutti i più grandi artisti della storia della nostra musica sono stati esordienti, indie se preferite, hanno avuto porte sbattute in faccia, hanno suonato davanti ad un pubblico che poteva contarsi sulle dita di una mano, prima di entrare nelle nostre vite per non uscirne mai più.

Se tra quelli che abbiamo inserito c’è qualcuno di questi è impossibile saperlo con certezza, ma loro un primo passo lo hanno fatto, poi sta a noi ascoltare senza alcun pregiudizio. Provate a fare la vostra classifica tenendo fuori dalla porta i sentimenti, chiudendo gli occhi ricordando di quale immensa magia siamo capaci.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it