Chi saranno i vincitori di Sanremo? Storia de Lo Stato Sociale

Per i bookmaker sono tra i favoriti a vincere il festival. Ecco il gruppo bolognese che ha sorpreso la critica

Chi saranno i vincitori di Sanremo? Storia de Lo Stato Sociale
 (Afp)
 Lo Stato Sociale, festival di Sanremo

Ermal Meta e Fabrizio Moro, Lo Stato Sociale, Ron Max Gazzè: sono loro i favoriti della 68esima edizione del Festival di Sanremo secondo i bookmaker. I primi continuano a tenere banco in radio nonostante lo stop forzato: il duo è stato prima sospeso dalla gara e poi riammesso per valutare se il loro brano “Non mi avete fatto niente" fosse davvero un plagio di “Slenzio”, una canzone presentata 3 anni fa a Sanremo dallo stesso autore, Andrea Fabo. La giuria ha deciso che il brano di Meta e Moro è “nuovo” e loro proseguono a vele spiegate verso la vittoria. Non così facilmente però: dovranno vedersela con lo Stato Sociale che prima di quest’anno non aveva mai calcato l’Ariston. La loro “Una vita in vacanza” piace al punto da restare ancorata al secondo posto tra brani sanremesi con più passaggi in radio. Tra quelli destinati a diventare tormentoni Ron - almeno per ora - è solo nono, ma per Snai sarà lui a combattere per la vittoria. 

Tra i favoriti ci sono lo Stato Sociale. E’ un gruppo musicale nato nel 2009 formato da tre DJ di Radiocittà Fujiko di Bologna: Alberto Cazzola, Lodovico Guenzi e Alberto Guidetti. Nel 2011 la formazione a tre viene ampliata a quintetto con l'ingresso di Enrico Roberto e Francesco Draicchio. Esordiscono con l'EP autoprodotto Welfare Pop nel 2010, seguito l'anno successivo da un secondo EP intitolato “Amore ai tempi dell’Ikea" inaugurando la collaborazione con la Garrincha Dischi.

Nel 2012 esce il loro primo album, “Turisti della democrazia”, al quale fa seguito un tour di 200 concerti in Italia e in Europa. Segue un lungo tour dello spettacolo di teatro-canzone “Tronisti della democrazia”, nel quale le canzoni dell'album d'esordio sono alternate a monologhi e sketch a formare "un minicorso in 5 atti di buone maniere". Con Turisti della democrazia, tra i più discussi album usciti in ambito indie rock in Italia, la band bolognese ha ricevuto la Targa Giovani Mei e il Premio SIAE "Miglior Giovane Talento dell'Anno" e altri riconoscimenti.

Il 2 giugno 2014 esce l'album “L'Italia peggiore”, un art work che ha visto la collaborazione di Piotta e Max Collini degli Offlaga Disco Pax, più il contributo di alcune illustratrici per la realizzazione della doppia copertina raffigurante una serie di orecchie d’asino. Il 2 giugno 2016 viene pubblicato per Rizzoli il primo romanzo della band dal titolo “Il movimento é fermo”. Nel 2017 viene pubblicato l'album “Amore, lavoro e altri miti da sfatare”.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it