Carlo III sarà incoronato il 6 maggio a Westminster

Carlo III sarà incoronato il 6 maggio a Westminster

"L'incoronazione rifletterà il ruolo odierno del monarca e sarà rivolta verso il futuro, pur restando radicata nella lunga tradizione e mantenendo le radici nella lunga tradizione e nello sfarzo della monarchia", si legge nella nota di Buckingham Palace

incoronazione carlo 6 maggio westminster

Re Carlo III e la regina consorte

AGI - Il re Carlo III sarà incoronato il 6 maggio 2023 all'abbazia di Westminster di Londra, assieme a sua moglie, la regina consorte Camilla. Lo ha annunciato Buckingham Palace. La cerimonia sarà celebrata dall'arcivescovo di Canterbury Justin Welby, capo spirituale della Chiesa anglicana. "L'incoronazione rifletterà il ruolo odierno del monarca e sarà rivolta verso il futuro, pur restando radicata nella lunga tradizione e mantenendo le radici nella lunga tradizione e nello sfarzo della monarchia", si legge nella nota di Buckingham Palace. Carlo III è diventato re alla morte di sua madre la regina Elisabetta II lo scorso 8 settembre.

L'incoronazione avverrà dunque otto mesi dopo la morte della regina Elisabetta II e Carlo III sarà "unto, benedetto e consacrato" dall'arcivescovo, capo spirituale della Chiesa anglicana di cui il monarca è il governatore supremo. La cerimonia, in un Paese in preda a una grave crisi economica e sociale, dovrebbe rispettare le regole seguite dalle incoronazioni della monarchia britannica da un millennio, aggiungendo degli elementi contemporanei.

Da 900 anni, le incoronazioni avvengono a Westminster, e dalla conquista normanna del 1066, sono celebrate dall'arcivescovo di Canterbury. L'evento viene tradizionalmente fissato nei mesi successivi all'accesso al trono e il periodo permette allo stesso tempo di osservare il lutto nazionale e quello reale, e di organizzare la cerimonia. Salita al trono il 6 febbraio 1952 alla morte del padre Giorgio VI, Elisabetta II era stata incoronata 16 mesi più tardi, il 2 giugno 1953.

Per la prima volta, la cerimonia era stata trasmessa in tv e guardata da 27 milioni di britannici, sui 36 milioni della popolazione dell'epoca. L'incoronazione era durata oltre 3 ore, davanti a 8.251 invitati che affollavano l'Abbazia, alla presenza dei rappresentanti ufficiali di 129 nazioni e territori. In coerenza con l'auspicio di Carlo di una monarchia più sobria, la cerimonia del 6 maggio dovrebbe essere più corta, più ristretta e meno dispendiosa, ma anche più rappresentantiva del Regno Unito moderno.

La capacità dell'Abbazia e' di circa 2 mila persone, che corrisponde al numero di persone, fra le quali capi di Stato e membri di famiglie reali, che avevano assistito ai funerali di Stato di Elisabetta II il 19 settembre. Anche la regina consorte Camilla, titolo voluto dalla regina Elisabetta per la seconda moglie del figlio, sarà incoronata durante la cerimonia. I preparativi in corso sono conosciuti sotto il nome di Operazione Golden Orb.