Le immagini degli 800.000 che hanno invaso Washington per dire stop alle armi

  • Photo:  (Afp)
    Al grido "Mai più!", grandi folle si sono riversate nelle piazze americane per partecipare alla "March for Our Lives", storica manifestazione contro le armi organizzata dagli studenti dopo la strage di San Valentino in un liceo a Parkland, in Florida, costata la vita a 17 persone.
  • Photo:  (Afp) 
     A Washington una marea umana, 800.000 persone tra ragazzi e adulti, secondo gli organizzatori citati dalla Nbc, hanno occupato le strade tra la Casa Bianca e il Campidoglio.
  • Photo:   (Afp)
     La piu' grande manifestazione negli Usa contro le armi ha coinvolto numerose citta': New York, Atlanta, Chicago, Dallas, Houston, Seattle, Los Angeles. Altre marce si sono tenute a Londra, Montreal, Ottawa ed Edimburgo.
  • Photo:   (Afp)
     Migliaia di persone a Parkland, in Florida, hanno reso omaggio alle vittime dell'ultima strage. "Queste 17 persone non sono morte invano", ha detto Casey Sherman, 17 anni. "Noi voteremo nel 2020 - ha aggiunto la liceale Lauren Tilley - la nostra generazione vuole un cambiamento".
  • Photo:  (Afp) 
     La manifestazione vista dall'alto
  • Photo:   (Afp)
     A sorpresa, la nipotina di Martin Luther King, Yolanda Renee, 9 anni, e' salita sul palco a Washington, e ha emulato il nonno dicendo di avere anche lei un sogno: "Un mondo senza armi". Poco distante, il National Mall dove il nonno, nell'agosto 1963, tenne il celebre discorso "I Have a Dream" auspicando la fine del razzismo negli Stati Uniti.
  • Photo:   (Afp)
      "Spargete la voce che avete sentito, in tutto il paese, noi saremo una grande generazione", il canto intonato dalla folla, trascinata dalla bambina.
  • Photo:   (Afp)
      L'iniziativa ha raccolto il sostegno di molte celebrita' di Hollywood. In prima fila Oprah Winfrey, Justin Bieber, Steven Spielberg e la coppia George e Amal Clooney che hanno anche robustamente finanziato l'organizzazione.
  • Photo:   (Afp)
     Anche gli Obama hanno espresso il loro sostegno. "Michelle ed io siamo cosi' ispirati dai giovani che hanno fatto in modo che queste marce odierne ci siano. Continuate, ci state portando avanti. Nulla puo' reggere a milioni di voci che chiedono il cambiamento", ha 'twittato' l'ex presidente.
  • Photo:   (Afp)
    Bocca cucita invece quella di Donald Trump. Al termine di un'altra settimana di caos alla Casa Bianca, il presidente venerdi' ha firmato la legge di bilancio federale e poi e' subito partito per Palm Beach, diretto alla sua residenza sulle rive dell'Oceano, Mar-a-Lago. Un portavoce della Casa Bianca ha elogiato "i numerosi giovani americani coraggiosi che stanno esercitando i loro diritti"
  • Photo:   (Afp)
    Al grido "Mai più!", grandi folle si sono riversate nelle piazze americane per partecipare alla "March for Our Lives", storica manifestazione contro le armi organizzata dagli studenti dopo la strage di San Valentino in un liceo a Parkland, in Florida, costata la vita a 17 persone.
  • Photo:   (Afp)
    Al grido "Mai più!", grandi folle si sono riversate nelle piazze americane per partecipare alla "March for Our Lives", storica manifestazione contro le armi organizzata dagli studenti dopo la strage di San Valentino in un liceo a Parkland, in Florida, costata la vita a 17 persone.
24 marzo 2018,23:40


#MarchForOurLives è stata una marea nella capitale americana. Ma manifestazioni ci sono state anche a New York, Atlanta, Chicago, Dallas, Houston, Seattle, Los Angeles.  Ecco le 7 proposte degli studenti per fermare le armi





24 marzo 2018,23:40


#MarchForOurLives è stata una marea nella capitale americana. Ma manifestazioni ci sono state anche a New York, Atlanta, Chicago, Dallas, Houston, Seattle, Los Angeles.  Ecco le 7 proposte degli studenti per fermare le armi