Giovani, lavoro, pensioni. La manovra in pillole

Per Gentiloni e Padoan è una legge di bilancio "snella e senza nuove tasse"

Giovani, lavoro, pensioni. La manovra in pillole

Una manovra snella e senza nuove tasse, che promuove il lavoro e guarda ai giovani. Così il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, e il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, hanno presentato la legge di bilancio approvata dal consiglio dei Ministri. Confermate le cifre: 20 miliardi nel complesso di cui 15,7 usati per impedire l'aumento dell'Iva dal primo gennaio. Poche le novità annunciate in conferenza stampa: tra le misure che attendevano precisazioni, la decontribuzione per le assunzioni dei giovani e il ticket sanitario. Padoan ha spiegato che lo sgravio contributivo sarà nel primo anno per coloro che hanno fino a 34 anni e che non sono previste misure sul super-ticket. Interventi solo marginali sul fronte previdenziale, cosa che ha suscitato le critiche delle organizzazioni sindacali, che chiedevano la sospensione dell'adeguamento automatico dell'età pensionabile.

Queste in sintesi le misure:

 

  • Lavoro 

Decontribuzione al 50% per i primi tre anni di contratto a tempo indeterminato dei giovani fino a 29 anni; solo per il 2018, l'età massima è 34 anni (fino cioé al compimento dei 35 anni). Sgravio al 100% per 3 anni per le assunzioni di studenti che hanno conseguito il titolo e svolto l'alternanza scuola/lavoro presso l'impresa e per chi ha svolto l'apprendistato. Decontribuzione al 100% per le assunzioni di giovani tra i 16 e i 24 anni senza lavoro residenti nel Mezzogiorno e per i disoccupati da almeno sei mesi.

  • Sud

Incremento della dotazione del Fondo sviluppo e coesione; rafforzamento della dotazione finanziaria del credito d'imposta investimenti al Sud; istituzione del Fondo investimenti destinato alla crescita dimensionale delle pmi meridionali.

  • Politiche attive

Assegno di ricollocazione anticipato, con accordo su base volontaria, durante il periodo di cassa integrazione. Vantaggi per chi trova un posto di lavoro prima dell'esaurimento della Cig: può avere il 50% del residuo di cassa integrazione. Detassazione fino a 9 mesi del bonus d'uscita. Agevolazioni per chi assume lavoratori in Cigs che partecipano a ricollocazione anticipata (sgravi al 50% per 18 mesi se il contratto è a tempo indeterminato e per 12 mesi se è a tempo determinato). 

  • Statali 

Arrivano le risorse per il rinnovo dei contratti del pubblico impiego.

  • Imprese

Conferma di superammortamento e iperammortamento, anche l'aliquota scende dal 140 al 130%.

  • Industria 4.0

Credito d'imposta per la formazione. Viene istituito il Fondo per il capitale immateriale, la competitività e la produttività le cui priorità saranno: finanziare progetti di ricerca e innovazione e favorire il trasferimento dei risultati dei progetti verso il sistema produttivo.

  • Ricerca

Assunzione di 1.500 ricercatori tra le Università e gli Enti di ricerca.

  • Sociale

Rafforzamento del reddito di inclusione. 

  • Ape Sociale

Rriduzione dei contributi necessari per andare in pensione alle donne che accedono all'Ape sociale: 6 mesi per ogni figlio fino a un massimo di due anni. Potrà accedere all'ape sociale non solo chi e' licenziato ma anche chi finisce un contratto a termine.

  • Apprendistato duale

Stabilizzazione nel sistema dell'istruzione e della formazione con uno stanziamento da 85 milioni.

  • Ambiente

Detrazioni del 36% per la cura di giardini e terrazzi.

  • Cultura

Confermata la card da 500 euro per i consumi culturali dei diciottenni; istituito un nuovo fondo per la promozione del libro e della lettura; nuove risorse per l'acquisizione di opere d'arte e per il sistema museale; autorizzate nuove assunzioni.

  • Scuola

Confermato l'impegno sugli scatti di anzianità dei docenti universitari e l'impegno di armonizzare le retribuzioni dei dirigenti scolastici con le altre figure della dirigenza pubblica.

  • Sanità

Rifinanziamento dell'edilizia sanitaria.

  • Tlc

Previste le norme dell'asta per le frequenze 5G. La base d'asta sarà di 2,5 miliardi di euro. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.