Tom Hanks: "Non rispetto chi non indossa la mascherina"

Tom Hanks: "Non rispetto chi non indossa la mascherina"

Lo scorso marzo l'attore premio Oscar e sua moglie, Rita Wilson, erano stati trovati positivi al coronavirus mentre erano in Australia per le riprese dell'ultimo film di lui

Coronavirus Hanks, non rispetto chi non indossa la mascherina

Tom Hanks

AGI - "Non ho alcun rispetto per chi rifiuta di indossare la mascherina": lo ha detto a chiare lettere Tom Hanks in un'intervista all'Associated Press. Lo scorso marzo l'attore premio Oscar e sua moglie, Rita Wilson, erano stati trovati positivi al coronavirus mentre erano in Australia per le riprese dell'ultimo film di Hanks. "Non capisco. Davvero non riesco a capire. è il minimo che si possa fare", ha commentato con riferimento al fatto che molti governi raccomandano di indossare la mascherina ma non in modo mandatorio. "Quando guidi un'auto, devi rispettare i limiti di velocità, devi usare le frecce, devi evitare di investire i pedoni. Se non fai queste cose non puoi guidare". Allo stesso modo "se non indossi la maschera, se non ti lavi le mani e mantieni la distanza, io non ti rispetto".

La questione è particolarmente sentita in Usa dove le infezioni sfiorano i tre milioni con 2.991.351 contagi di cui solo 60 mila nelle ultima 24 ore. Fino alla scorsa settimana lo stesso presidente Donald Trump si era opposto alla mascherina. Poi ha cambiato tono.

Hanks è stata la prima celebrità ad annunciare di essere positivo al coronavirus. "Ho avuto dolori paralizzanti, ero sempre affaticato e non riuscivo a concentrarmi su niente per piu' di una decina di minuti. Mia moglie ha perso il senso del gusto e dell'olfatto, aveva una forte nausea, e una febbre molto piu' alta della mia". Poi il premio Oscar ha aggiunto: "Quando eravamo in ospedale, mi sono detto: 'Ho 63 anni, il diabete di tipo 2, mi è stato messo uno stent al cuore, non sono proprio il paziente ideale. Ma finchè le nostre temperature non sono aumentate pericolosamente e i nostri polmoni non si sono riempiti di qualcosa che potesse essere polmonite, non ci siamo preoccupati".