Autopsia di Spelacchio. Che forse avrà dei figli

Perché l'albero di Natale a Roma non è arrivato vivo al Natale? Lo abbiamo chiesto a un esperto

Autopsia di Spelacchio. Che forse avrà dei figli
 Francesco Fotia/AGF
 spelacchio

'Spelacchio' non è arrivato integro a Natale per colpa dell'incuria dei tecnici del comune di Roma, ma anche per una singolare concausa: la sua base è stata ingabbiata in un blocco di cemento armato di 8 metri cubi, per non farlo muovere. E, per far tirare più rapidamente il cemento, qualcuno ha avuto l'idea di metterci dentro degli acidi che ovviamente hanno corroso il legno dell'abete.

video

A rivelare questa manovra è Antimo Palumbo, storico degli alberi ed esperto del patrimonio arboreo della capitale, interpellato dall'Agi per fare luce sul mistero di Natale che sta appassionando i romani: perché l'abete rosso di piazza Venezia ha avuto una vita così breve?

"Un'operazione arrangiata"

"A mio avviso c'è stata più di una causa", ci spiega Palumbo, "l'abete è rimasto danneggiato già durante la fase di innalzamento, il lato sinistro sta infatti peggio rispetto al lato destro. Inoltre, ha subito un forte sbalzo termico: appena arrivato a Roma era freddo, e questo lo ha favorito, ma subito dopo la temperatura si è alzata di vari gradi. E poi l'imperizia di collocarlo in un cubo di cemento, mimetizzato per nascondere il fatto che la pianta è senza le radici, con quattro tiranti laterali. Il Campidoglio ha scelto di privilegiare la sicurezza, ma è mancato un responsabile che seguisse tutti i passaggi dell'operazione". Ad esempio, sembra che nessun responsabile del Servizio Giardini del Comune di Roma abbia accompagnato la Società Ecofast Sistema quando è andata a prendere l'abete in Val di Fiemme. "È stata un'operazione arrangiata, ma questo non va bene perché l'abete di piazza Venezia è un simbolo del nostro Paese". 

photogallery

Spelacchio superstar. Anche i turisti accorrono per vederlo


  • 23 dicembre 2017,08:20
    Doveva essere un semplice albero di Natale, decorato con luci e palline colorate dall'8 dicembre fino all'Epifania. Ma già dal giorno della sua posa in piazza Venezia, nel giorno dell'Immacolata, è stato evidente che l'albero piazzato dal Campidoglio nel cuore del centro storico, proveniente dalla Val di Fiemme in Trentino, stava perdendo a vista d'occhio le sue foglie a forma di ago.
  • Francesco Fotia / AGF
    23 dicembre 2017,08:20
    Solitamente dopo il taglio delle radici le piante ad alto fusto resistono fino a due mesi, ma non questo abete rosso. Da lì ad affibbiargli il soprannome 'Spelacchio' il passo è stato brevissimo. 
  • Francesco Fotia / AGF
    23 dicembre 2017,08:20
    Ma più si avvicina il Natale più l'ironia dei romani, a tratti anche feroce, si sta tramutando in gesti di affetto.
  •  Francesco Fotia /AGF
    23 dicembre 2017,08:20
    Così, da tre giorni il cespuglio decorativo posto alla base di 'Spelacchio' è diventato meta di pellegrinaggio per romani e turisti, che stanno appendendo foglietti di carta con messaggi in solidarietà con l'albero.
  • Francesco Fotia / AGF
    23 dicembre 2017,08:20
    Si va dai più classici "Rip" ai più teneri "sei bellissimo" o "ti amiamo lo stesso" fino alle citazioni scherzose di Giuseppe Ungaretti "sia sta come d'inverno su Spelacchio le foglie".
  • Francesco Fotia / AGF
    23 dicembre 2017,08:20
    E poi rime su temi musicali come "che fretta c'era, non sarà Natale insieme a te". Non senza piccoli sfottò come "insegna agli angeli ad essere un albero" o ancora "sei solo diversamente albero".
  •  Francesco Fotia/AGF
    23 dicembre 2017,08:20
     C'è anche chi lascia un messaggio da paesi di lingua spagnola "para mi amor desde la plaza Venecia".
  •  Francesco Fotia/AGF
    23 dicembre 2017,08:20
    Perché, in fondo, i perdenti fanno spesso simpatia, soprattutto a Natale.
  •  Francesco Fotia/AGF
    23 dicembre 2017,08:20
    "Pare proprio che il nostro albero di Natale sia diventato la mascotte internazionale delle feste, soprattutto fra i turisti. Da un'indagine di Manet Mobile, nuova start up romana del turismo, risulta che nell'ultima settimana i turisti passati per Piazza Venezia siano aumentati del 10%! Tutti a omaggiare Spelacchio, addirittura piu' gettonato di molti monumenti. Una vera e propria attrattiva piaciuta in particolar modo ai visitatori fra i 18 e i 45 anni, che hanno affollato la piazza creando una bella atmosfera natalizia", Scrive l'assessore capitolino al Commercio Adriano Meloni sul suo profilo Facebook, "Un successo dovuto in larga misura anche alla stampa, che ringrazio, perche' ci ha aiutati a pubblicizzare Spelacchio facendolo diventare una star".

Secondo Palumbo, sarebbe bastato che il Comune di Roma copiasse quanto hanno fatto in Vaticano, dove l'abete di Piazza San Pietro è stato bloccato con dei legni e posato dentro un vaso di cemento con la sabbia all'interno: "Il vantaggio è che questo vaso, una volta terminate le Feste, sarà svuotato, messo da parte e riutilizzato il prossimo anno, mentre il cemento che avvolge 'Spelacchio' dovrà essere smaltito in discarica, con tutte le conseguenze in termini di costi e di inquinamento".

"Ho raccolto dei semi, proverò a piantarli"

Visto che il sindaco Raggi non è stata fin qui fortunata, che consiglio può dare un esperto per il prossimo anno? "Sarebbe bello addobbare un albero vero, con le radici, magari cambiando location. A Piazza San Marco, per esempio, c'e' un bell'agrifoglio con le bacche rosse. Non è spettacolare, ma non costa 49.000 euro. Oppure manteniamo l'abete a piazza Venezia ma scegliamone uno più piccolo, di 10 metri invece di 22, e lasciamolo nel vaso di terra". Comunque Palombo, da vero botanico, si è recato sul luogo del "delitto" e ha raccolto alcuni semi caduti da una pigna in cima a "Spelacchio": "è un ultimo segno di vitalità dell'abete, penso che proverò a piantarli". 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it