Un operaio è morto in un capannone a Pomezia

Un operaio è morto in un capannone a Pomezia

L'uomo di 64 anni è precipitato mentre si trovava sul tetto di una cella frigorifera per sistemare la disposizione di cavi elettrici. Ieri un 18enne ha perso la vita nell'ultimo giorno dello stage scuola-lavoro

Incidenti lavoro operaio muore capannone Pomezia

© Riccardo De Luca / AGF 
- Ambulanza

AGI - Ancora una tragedia sul lavoro: incidente mortale ieri pomeriggio in un capannone industriale in localita' Santa Procula, a Pomezia, vicino Roma. Un operaio di 64 anni mentre si trovava sul tetto di una cella frigorifera per sistemare la disposizione di cavi elettrici, per cause in corso di accertamento, e' precipitato a terra dall'altezza di circa 5 metri morendo sul colpo. Sul posto i carabinieri di Pomezia e il personale del servizio prevenzione sicurezza ambienti di lavoro dell'Asl roma 6. 

Ieri uno studente di 18 anni è deceduto per un incidente sul lavoro verificatosi nella sede di un'azienda industriale di Lauzacco (Pavia di Udine). Per cause ancora in via di accertamento, il giovane (che si trovava in azienda per l'ultimo giorno di un progetto di scuola-lavoro) è stato colpito da una barra metallica durante alcuni lavori di carpenteria. Il giovane è stato prontamente soccorso prima dai colleghi di lavoro e poi dal personale del 118, coadiuvato dall'elisoccorso, quindi dai vigili del fuoco e i carabinieri della Compagnia di Palmanova, ma ogni tentativo di salvarlo è risultato vano.

"La morte di un ragazzo di 18 anni durante una esperienza di stage provoca profondo dolore. Incidenti come questo sono inaccettabili, come inaccettabile è ogni morte sul lavoro. Il tirocinio deve essere una esperienza di vita. Dobbiamo mettere tutto il nostro impegno, come istituzioni, a lavorare con più forza perché episodi come questo non si ripetano più" afferma il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi.