Tra i paesi Ocse solo la Gran Bretagna registra più morti dell'Italia per Covid

Tra i paesi Ocse solo la Gran Bretagna registra più morti dell'Italia per Covid

In quasi tutti questi paesi, il 90% o più delle morti da Covid-19 à avvenuta tra le persone over 60. È quanto si evince dal Rapporto "Health at Glance Europe", pubblicato oggi dall'Ocse

covid ocse morti italia gb

Ospedale Roma, ricoverati per Covid

AGI - Il Regno Unito è la 'maglia nera' tra i paesi Ocse per numero di decessi segnalati da Covid-19: al 31 ottobre 2020 le vittime Oltremanica sono state oltre 46.555. Subito dietro si collocano l'Italia, con 38.618 morti e, poco distanziata, la Francia (36.788 vittime). Segue la Spagna, con un numero di segnalazioni di 35.878. È quanto si evince dal Rapporto "Health at Glance Europe", pubblicato oggi dall'Ocse.

Adeguando le dimensioni della popolazione, il Belgio ha registrato oltre 1.000 decessi Covid-19 per milione di persone; seguono Spagna, Regno Unito, Italia, Svezia e Francia, tutti con oltre 500 morti per milione di persone. Durante la prima ondata, per questi paesi i decessi giornalieri di Covid-19 hanno raggiunto il picco all'inizio di aprile, poi sono diminuiti gradualmente da maggio a luglio, e da fine agosto hanno iniziato ad aumentare di nuovo.

Età (avanzata) dei deceduti

In 22 paesi europei le morti per Covid-19 per milione di persone di eta' superiore a 60 anni sono state in media 3,7 volte di piu' rispetto a quelle della popolazione nel suo complesso. È quanto si evince dal Rapporto "Health at a Glance", pubblicato oggi dall'Ocse. In quasi tutti questi paesi, il 90% o più delle morti da Covid-19 à avvenuta tra le persone over 60; con i malati di 80 anni e oltre che rappresentano circa la metà di tutti i decessi di COVID-19.

Il Regno Unito, l'Italia, la Spagna e la Francia hanno riportato più di 17.000 decessi tra quelli di 60 anni e oltre (a partire da meta' settembre). Considerando la dimensione della popolazione, il tasso di mortalità tra le persone di età compresa tra i 60 e i 65 anni e oltre ha superato i 3.000 decessi per milione di persone nel Regno Unito (Inghilterra e Galles) e in Belgio, e oltre 1.000 decessi per milione di persone in Irlanda, Svezia, Italia, Spagna, Francia e Paesi Bassi.

I tassi di mortalità sono stati ancora più elevati tra le persone di età pari o superiore agli 80 anni, raggiungendo oltre 10.000 decessi segnalati per milione di persone in questa fascia d'eta' nel Regno Unito (Inghilterra e Galles), in Belgio e in Irlanda. 

Classifica del numero di tamponi fatti

La Germania è leader tra i paesi Ocse per numero di tamponi giornalieri eseguiti: ogni 100mila abitanti ne ha fatti ben 434, sei volte di più rispetto ai 72 effettuati dall'Italia. La Francia ha riportato un numero ancora piu' basso dell'Italia - 48 tamponi ogni 100mila persone - e si colloca nell'area dei paesi tutti con meno di 50 test (in particolare Bulgaria, Croazia, Ungheria, Romania e Svizzera).

Il risultato tedesco e' doppio rispetto a quello riportato dal gruppo di paesi che figurano al secondo posto della classifica, tutti tra i 200 e i 250 test giornalieri: si tratta di Danimarca, Svezia, Paesi Bassi, Lituania, Spagna e Malta.