Ritrovata morta l'escursionista dispersa da ieri sul Gran Sasso

A causarne la morte è stato forse un distaccamento nevoso, nelle intenzioni della donna c'era quella di salire in vetta a Corno Grande

morta escursionista dispersa Gran Sasso
LARS HALBAUER / DPA / DPA PICTURE-ALLIANCE
Corno Grande, Gran Sasso

È stato ritrovato senza vita sul Gran Sasso il corpo di F. D.D., l'escursionista rosetana dispersa da ieri pomeriggio, dopo che i familiari avevano lanciato l'allarme al 118 per il suo mancato rientro. A causarne la morte è stato forse un distaccamento nevoso, nelle intenzioni della donna c'era quella di salire in vetta a Corno Grande. L'elicottero del 118, dalla base di Preturo (Aq) e in volo da questa mattina all'alba, l'ha infine avvistata nel Vallone dei Ginepri, a circa 2500 m s.l.m e sta provvedendo al recupero.

Il ritrovamento è avvenuto dopo un'intera notte di ricerche, supportate anche dall'elicottero dell'Aeronautica Militare, che in volo notturno ha portato in quota le squadre di tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo. Sono stati infatti ispezionati a piedi il Ghiacciaio del Calderone e la zona sottostante al Rifugio Franchetti. L'elicottero dell'Aeronautica è infine rientrato nella base di Pratica di Mare.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it