“Non c'è ricostruzione del Paese con schiavi e sfruttati”. Il messaggio di Soumahoro a Draghi

“Non c'è ricostruzione del Paese con schiavi e sfruttati”. Il messaggio di Soumahoro a Draghi

AGI/Vista - “Come pensate di ricostruire l'Italia con gli schiavi nelle campagne e con il sangue sui cantieri? Questa non è una ricostruzione. Sta per arrivare una bomba sociale di disoccupati e sfruttati” sono le parole del sindacalista dei braccianti Aboubakar Soumahoro che ha voluto lanciare un messaggio al presidente del Consiglio Mario Darghi durante la “protesta degli invisibili” a Roma. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev