Droga venduta in distributore automatico, un arresto del Nas a Catania

Droga venduta in distributore automatico, un arresto del Nas a Catania

(Agenzia Vista) Catania, 08 ottobre 2020 Droga venduta in distributore automatico, un arresto del Nas a Catania Nell’ambito delle verifiche condotte presso i negozi di smart drugs, ovvero di prodotti che contengono sostanze a base di varietà di canapa -cosiddette cannabislight-prive o con tenori bassissimi di principi ad azione stupefacente o psicotropa, i Carabinieri del NAS di Catania hanno scoperto, nel centro cittadino,un venditore, titolare di un esercizio di Grow Shopche aveva utilizzato la propria attività per spacciare indisturbato vere e proprie sostanze stupefacenti, simulando la vendita di prodotti per fumatori attraverso un distributore automatico istallato all’esterno del negozio. Mediante un ingegnoso stratagemma riusciva a vendere, solo a “fiduciari” clienti, specifiche confezioni, esposte in precisi scomparti del distributore automatico, all’interno delle quali erano celate dosi di marjuana, determinando un’effettiva e continuata attività di spaccio. I Carabinieri del NAS, perquisito l’intero negozio e la suaabitazione, hanno scopertocentinaia di dosi pronte per essere vendute ed altra sostanza sfusa ancora da suddividere, che sono state sequestrate e inviate ai competenti laboratori chimici per determinare il livello di THC, il principio attivo ad effetto psicotropo tipico della canapa indiana. Proprio in questo caso, le analisi ne hanno confermato la presenza in alte concentrazioni, sufficiente per la preparazione di circa un migliaio di dosi. A conclusione dell’intervento, l’uomo è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e posto nella disponibilità dell’Autorità giudiziaria.I Carabinieri del NAS, tra i vari compiti, rivolgono una particolare vigilanzasu tali esercizi commerciali, sviluppati in un fiorente mercato rivolto soprattutto alle fasce d’età più giovanie spesso dotati di distributori automatici esterni al negozio, finalizzata all’accertamento dellaeffettiva liceità dei prodotti venduti. / Carabinieri Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev