Il salvataggio della capretta caduta in un cratere sull'Etna

Il salvataggio della capretta caduta in un cratere sull'Etna

AGI - Una capretta caduta all'interno di un "pozzo damuso" vulcanico crollato sull'Etna è stata salvata dai Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Catania intervenuti, oggi, in una località, che si trova a 1700 mtetri di quota, a Piano dei Grilli sopra Bronte.

La capretta era destinata a morire se fosse rimasta all'interno della depressione vulcanica. Dopo essere stata raggiunta dai soccorritori, è stata immobilizzata e portata in salvo con tecniche di derivazione speleo-alpino-fluviale. Una volta verificato il buono stato di salute, è stata liberata: pare che fosse lì da diverse settimane e che qualcuno portasse addirittura da mangiare per tenerla in vita.

La chiamata di soccorso è arrivata dalla Forestale. Il salvataggio è stato possibile grazie anche alla presenza dei veterinari che sono stati messi nelle condizioni di scendere nel pozzo vulcanico e poter intervenire direttamente sull'animale per prepararlo al salvataggio. Sul posto sono intervenuti il nucleo SAF (Speleo Alpino Fluviale) del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Catania e gli Elisoccorritori del Reparto Volo dei Vigili del Fuoco di Catania.