Le nozze blindate di Rafa Nadal con la sua Meri

Tanti amici presenti al ricevimento, tutti privi di telefonino o macchina fotografica. Ma tra gli invitati non c'era Roger Federer

matrimonio nadal

Rafa Nadal ha avuto il matrimonio che sognava, con tutti gli amici, sul mare della sua isola, lontano dalla pazza folla. E l’ha avuto, alle 12 del 19 ottobre, come mostrano le poche foto ufficiali, mentre posa, in completo grigio chiaro,  abbracciato e solare, accanto alla fidanzata di sempre, Maria Francisca Perellò (anni 31, due meno di lui), in bianco, che gli altri chiamano Xisca e lui chiama Meri dal 2005, quando l’ha conosciuta e ne è rimasto abbagliato.

“Per espresso desiderio degli sposi”, tutti gli invitati erano disarmati, di telefonini e macchine fotografiche. Valeva per i compagni di tennis, i connazionali “Feli” (Feliciano Lopez), “Ferru” (David Ferrer), Albert (Albert Costa), Carlos (Moya), Alex (Corretja), Marc (il compagno di doppio, Lopez) e Fernando (Verdasco), più l’argentino Juan (Monaco). Valeva per l’amico del cuore del calcio Iker (il mitico portiere Casillas) e quello del basket Pau (Gasol), come per quello degli affari, il cantante Enrique Iglesias con la moglie, l’ex tennista Anna Kournikova.

Valeva per gli altri 350 invitati a la Sa Fortalesa, la Fortaleza de Albercutx, un castello del XVII secolo costruito sulla penisola di Punta Avançada, a nord di Maiorca, raggiungibile solo in auto e solo attraversando l’aeroporto militare De Pollensa. Dove erano convolati a nozze altre star dello sport spagnolo come il calciatore Gareth Bale e il cestista Rudy Fernandez, magari senza l’extra protezione del cielo, che per l’occasione è rimasto completamente sgombro da qualsiasi tipo di velivoli, droni compresi per evitare intrusioni nella privacy de campione-record di 12 Roland Garros.

Di certo, non valeva le guardie del corpo dell’ex re Juan Carlos, che era mischiato nel gruppo, insieme a donna Sofia. E non valeva per Roger Federer che non è stato invitato e, a Basilea, dove sta giocando, ha detto: “Non mi aspettavo che non mi invitasse. Andiamo molto d’accordo. Ma ad un matrimonio inviti le persone con la quale vorresti condividere la maggior parte del tuo tempo; ecco perché non è un problema per me. Mi sono congratulato con lui, sapevo che non avrebbe risposto subito perché è impegnato. Sono molto felice per lui, spero abbia trascorso una bella giornata”.

Rafa ha prenotato l’intera struttura di 87 mila metri quadrati, oltre 1.100 di giardino, per 25 mila euro al giorno, per tre giorni. Distribuendo parte degli invitati negli alberghi vicini, e ha pure ottenuto un permesso speciale per far celebrare un matrimonio religioso in un luogo non consacrato. Ha officiato la cerimonia padre Tomeu Català, fondatore del “Projecte Home Baleari”, grande attivista contro ogni forma dipendenza, amico da anni della famiglia Nadal, e grande estimatore del campione spagnolo. Come ha dichiarato al “Diario de Mallorca”: “E’ un esempio per i valori che trasmette, è una persona che ama e che è amata, una cosa che non si può vendere o comprare”.

L’abito di Meri era dalla stilista spagnola Rosa Clarà (costo 3.500 euro), quello di Rafa, era italian style, di Brunello Cucinelli (costo 5.900 euro). La ristorazione era ricca e super qualificata, dallo chef a tre stelle Michelin, Enrique Dacosta, “Quique”, titolare del ristorante a Denia (Alicante), alla maiorchina Macarena “Maca” de Castro, con una stella, a Puerto de Alcudia, ad Andres Moreno, chef del Sa Punta e Santi Taura, di Palma.

Menù segreto, come i dettagli dell’addio, che sarebbe avvenuto sabato 13 avrebbe festeggiato lo scorso sabato in una discoteca di Maiorca, il Social Club, come rilanciato su Instagram dal PR del locale. Musica reggeaton e una decina di amici intimi. Mentre, secondo il quotidiano sportivo AS, di sicuro, Rafa ha avuto un menù diverso da tutti gli altri ospiti, per non deragliare dalle abitudini di perfetto atleta nemmeno il giorno delle nozze.

Aspettiamo qualche giorno e qualche rivista svelerà l’arcano. Ovviamente, gli introiti fotografici del servizio in esclusiva verranno devoluti in beneficienza. Chi avrebbe mai rischiato la multa da 30 a 50 mila euro per uno scatto rubato? Rafa e Meri vivono in uno chalet che il 19 volte campione Slam – a una sola tacca dal record di Federer - ha comprato per 4 milioni di euro nel 2013, hanno consumato la luna di miele alle Bahamas subito dopo la Laver Cup di Ginevra, il campione spagnolo si allena da giorni nella sua Accademy a Manacor, e da lunedì è iscritto al Masters 1000 di di Parigi Bercy. Così rientrerà alla gare dalla finale vinta su Medvedev agli Us Open e il forzato stop alla Laver cup e Shanghai per i problemi al polso destro, e, da numero 2 del mondo, ridarà la caccia al numero 1 di Novak Djokovic.

 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it