L'Italia del nuoto inarrestabile. Poker di medaglie tra tuffi e staffetta mista

L'Italia del nuoto inarrestabile. Poker di medaglie tra tuffi e staffetta mista

La nuova specialità dei tutti dalle grandi altezza trova i suoi campioni in Elisa Cosetti e Altessandro De Rose, che conquistano due bronzi e un oro. Oro anche per Paltrinieri, Acerenza, Taddeucci e Bruni che conquistano il titolo nelle acque libere

campionati europei nuoto medaglie tuffi staffetta mista

© Vincenzo PINTO/AFP
- Gregorio Paltrinieri

AGI - L'Italia dei tuffi dalle grandi altezze, assoluta novità nel programma dei Campionati europei di nuoto, ha concluso la rassegna di Roma con tre medaglie, i due bronzi a livello individuale di Elisa Cosetti ed Alessandro De Rose, e l'oro nella Nations Cup, competizione mondiale svoltasi oggi al Foro Italico che ha coinvolto tutti i più forti atleti dell'high diving, ovvero che si cimentano in salti da 27 (uomini) e 20 metri (donne).

Nel sincro maschile della Nations Cup vittoria in campo maschile della coppia azzurra formata da Alessandro De Rose ed Andrea Barnabà con 265.40 punti davanti ai forti romeni Constanti Popovici e Catalin Petru Preda (259.05) e agli svizzeri Matthias Appenzeller e Jean David Duval (250.25). Nella gara mista si sono imposti l'australiano Xanthia Pennisi assieme al britannico Aidan Heslop (314.80) con settimi gli italiani Elisa Cosetti e Davide Baraldi (227.10). 

Una medaglia d'oro arriva anche nella staffetta mista in acque libere. Gli azzurri Rachele Bruni, Ginevra Taddeucci, Gregorio Paltrinieri e Domenico Acerenza, hanno conquistato il titolo continentale toccando in 59'43"1. Argento all'Ungheria a 10"8 dall'Italia e bronzo alla Francia a 25"2 dall'oro. In precedenza Acerenza si era imposto nella gara individuale sui 10 km e Taddeucci era giunta seconda.