Leclerc domina in Australia, ritiri per Sainz e Verstappen

Leclerc domina in Australia, ritiri per Sainz e Verstappen

Pole position, vittoria, giro veloce: il monegasco non lascia nulla. L'olandese rompre il motore al 39° giro

Leclerc domina in Australia ritirati Sainz Verstappen

© ANTONIN VINCENT / DPPI VIA AFP
-

AGI - Pole position, vittoria e super giro veloce: un favoloso Charles Leclerc domina il weekend in Australia e si prende il secondo successo stagionale, mandando in estasi scuderia e popolo ferrarista.

Il monegasco chiude davanti alla Red Bull di Perez e alla Mercedes di Russell, mentre Max Verstappen è costretto al secondo ‘zero’ in tre gare a causa di un ritiro per problemi alla sua monoposto. Peccato per l’altra Ferrari di Sainz, fuori dopo un paio di giri a causa di un’uscita di pista.

Grande allungo in vetta al mondiale piloti per Leclerc, che vola a 71 punti a +34 su Russell, che scavalca in un colpo solo proprio i ritirati Sainz e Verstappen.

Tra due settimane sarà ‘marea rossa’ ad Imola per una Ferrari che sta letteralmente volando e facendo sognare in questo inizio di stagione. In partenza Leclerc e Verstappen mantengono le rispettive posizioni, subito dietro invece un ottimo Hamilton si prende il terzo posto con un doppio sorpasso su Perez e Norris, sopravanzato anche da Russell.

 

 

Più indietro Sainz parte malissimo con l’altra Ferrari scivolando addirittura in 14ª piazza, ma la strategia d’iniziare con gomma più dura non paga e lo spagnolo termina anzitempo la sua gara a causa di un lungo nel corso del secondo giro. Dopo la Safety-Car Leclerc inizia a martellare con dei super tempi e guadagna circa 7 secondi su Verstappen, mantenuti anche dopo il primo valzer di pit-stop: il monegasco però non fa in tempo a rientrare in pista che Vettel va a muro e forza la seconda entrata della Safety-Car. Si annullano quindi tutti i distacchi e Leclerc è costretto a ‘ricostruire’ la propria gara, ma in pochi giri il ferrarista si riprende tutti i 7 secondi.

Nel frattempo sale in zona podio la Mercedes di Russell, favorito dal crash dell’Aston Martin del tedesco, ripreso però in poco tempo dalla Red Bull di Perez.

Il clamoroso colpo di scena arriva nel corso del giro numero 39, quando Verstappen è costretto al ritiro per problemi meccanici alla sua monoposto, lasciando strada liberissima ad un Leclerc che nel finale piazza anche un clamoroso giro veloce, chiudendo un altro weekend perfetto.

Leclerc: "Che macchina!"

“Che macchina! Senza una macchina del genere sarebbe stato impossibile vincere questo tipo di gara. Grazie al lavoro super del team. Siamo riusciti a gestire bene anche le gomme e abbiamo chiuso alla grande un super weekend”. Si esprime così un euforico Charles Leclerc al termine del Gran Premio d’Australia, chiuso davanti a tutti con la sua favolosa Ferrari. “Con l’entrata della Safety-Car ho rischiato di perdere la prima posizione per problemi di sotto sterzo, ma alla fine ho recuperato subito il passo e sono riuscito ad allungare di nuovo. È stata solo la terza gara, ma sono sincero e dico che questa macchina è davvero forte e affidabile. Speriamo di continuare così e lottare fino alla fine per vincere il campionato".

Perez: "Contento per il risultato, dispiaciuto per Verstappen"

“È stata una gara difficile, all’inizio Lewis mi ha rubato subito la posizione. L’entrata della Safety-Car ci ha penalizzato due volte ma siamo stati bravi a recuperare. Sono contento del risultato ma mi dispiace per il ritiro di Max (Verstappen, ndr), sarebbe stato ottimo per il team centrare un doppio podio”. Si esprime così il pilota della Red Bull, Sergio Perez, al termine del Gran Premio d’Australia chiuso al secondo posto. “Lotta con Hamilton? Sempre difficile lottare con lui, è un pilota molto determinato ma allo stesso tempo corretto. È stato un bel duello”, conclude il messicano.

Russell: "Sfruttate sfortune altrui, Mercedes ancora indietro"

“Siamo riusciti a capitalizzare le sfortune di altri, siamo stati bravi a restare lì e questo è frutto del duro lavoro. Speriamo però di tornare presto a lottare per il vertice”. Queste le parole a caldo del pilota della Mercedes, George Russell, giunto terzo al traguardo del Gran Premio d’Australia. Il giovane britannico, grazie ai ritiri di Sainz e Verstappen, è ora anche secondo in classifica piloti. “Continuiamo a lottare, non è stato un weekend facile. Sicuramente dobbiamo continuare ad inseguire, perché ci vorrà tempo per riprendere la Ferrari e la Red Bull”.

Verstappen: "Così non va, il campionato è già segnato"

“I problemi di affidabilità della Red Bull hanno già segnato il campionato”. Queste le parole di un nerissimo Max Verstappen a margine del Gran Premio di Australia. Il campione del mondo in carica è stato costretto al secondo ritiro stagionale per problemi alla sua monoposto: “Sinceramente non so quale sia stato il problema, ma è un weekend assolutamente negativo. Non avevo il passo gara, le gomme si deterioravano presto, ma almeno il secondo posto sarebbe stato ottimo da portare a casa - continua l’olandese - Adesso dobbiamo capire come migliorare, perché così non va”.