Perché Leclerc ha cantato 'povero gabbiano' di Gianni Celeste nell'ultimo giro del Gp del Bahrain

Perché Leclerc ha cantato 'povero gabbiano' di Gianni Celeste nell'ultimo giro del Gp del Bahrain

Il pilota monegasco della Ferrari nell'ultimo giro del Gran premio ha comunicato per scherzo alla scuderia di avere un problema al motore. Poi la citazione del brano di Gianni Celeste virale sui social

ferrari leclerc bahrain povero gabbiano gianni celeste

© Giuseppe CACACE / AFP 
- Charles Leclerc 

AGI - Dopo la doppietta Ferrari messa a segno nel Gp del Bahrain il pilota monegasco Charles Leclerc in collegamento via radio con il proprio team rivolgendosi al capo della scuderia Mattia Binotto ha cantato una strofa del brano di Gianni Celeste 'povero gabbiano.

Si tratta di un tormentone divenuto virale nelle ultime settimane su Tik tok e che ha portato al successo un brano che in realtà  il cantante neomelodico, Gianni Celeste originario di Catania, aveva prodotto  nel 1988 con il titolo 'Tu Comm'a Mme'.

È la storia di un gabbiano abbandonato su una scogliera e che si tormenta per la fine di una storia d'amore. Sui social si sono moltiplicate le versioni parodia del brano originario utilizzatto per prendere in giro chi è rimasto male per qualcosa che gli hanno fatto.

Nell'ultimo giro del gran premio del Bahrain Leclerc aveva comunicato via radio di avere dei problemi al motore a pochi metri dal traguardo. Solo dopo aver oltrepassato la bandiera a scacchi il pilota della Ferarri ha ammesso alla scuderia di Maranello di aver voluto fare uno scherzo ed ha quindi cantato il brano di Gianni Celeste dedicandolo a Binotto.

Sono tante le versioni virali del brano 'Povero gabbiano' che si trovano in rete. Tra quelle più cliccate la versione di Gianni Morandi, e degli influencer Luì e Sofì.