Un'allenatrice tedesca è stata espulsa da Tokyo 2020 per aver picchiato un cavallo

Un'allenatrice tedesca è stata espulsa da Tokyo 2020 per aver picchiato un cavallo

A condannare Kim Raisner sono stati alcuni video che hanno immortalato il gesto nei confronti di 'Saint Boy', cavalcato da Annika Schleu, reo di essersi rifiutato di saltare e di aver quindi compromesso l'intera gara dell'atleta del pentathlon

allenatrice tedesca pentathlon espulsa dopo pugno cavallo

©
FRANK MAY /DPA PICTURE-ALLIANCE VIA AFP - Kim Raisner, allenatrice pentathlon tedesca espulsa a Tokyo 2020

AGI - Kim Raisner, allenatrice tedesca di pentathlon moderno, è stata espulsa dalle Olimpiadi di Tokyo 2020 per aver colpito un cavallo iscritto alla gara a ostacoli. A condannarla sono stati alcuni video che hanno immortalato il gesto nei confronti di 'Saint Boy', cavalcato da Annika Schleu, reo di essersi rifiutato di saltare e di aver quindi compromesso l'intera gara dell'atleta, alla vigilia tra le favorite per l'oro.

La decisione di escludere Raisner, ex campionessa europea e mondiale, è stata presa perché "le sue azioni sono state ritenute una violazione delle regole". Si tratta del secondo caso di allontamento forzato all'interno dello staff della Germania in Giappone. Prima di Raisner era stato cacciato il direttore sportivo della squadra di ciclismo per un commento razzista contro i corridori africani durante la cronometro maschile.