Le azzurre della spada in corsa per il bronzo

Le azzurre della spada in corsa per il bronzo

Mara Navarria, Rossella Fiamingo e Federica Isola sconfitte in semifinale dall'Estonia. Nel judo Maria Centracchio è ai quarti di finale nella categoria fino a 63 chilogrammi

olimpiadi Tokyo scherma azzurre spada corsa bronzo

Mara Navarria, a destra, contro l'estone Erika Kirpu 

AGI – Nella notte di Tokyo soddisfazioni e delusioni per la squadra azzurra impegnata alle Olimpiadi. 

Maria Centracchio è ai quarti di finale nella categoria fino a 63 chilogrammi del torneo di judo. L’azzurra agli ottavi ha sconfitto per ippon l’ungherese Szofi Ozbas. Eliminato invece Christian Parlati negli 81 kg: l’azzurro ha perso dal giapponese Takanori Nagase per ippon. 

Nella spada, arma della scherma, Mara Navarria, Rossella Fiamingo e Federica Isola sono state sconfitte dalle ragazze dell’Estonia per 42 a 34 nelle semifinali e si giocheranno tutto per la medaglia di bronzo.

La coppia azzurra del beach volley, Daniele Lupo e Paolo Nicolai, sulla sabbia dello Shiokaze di Tokyo ha battuto 2 a 0 (21-19, 21-16) la coppia giapponese formata da Yusuke Ishijama e Katsuhiro Shiratori. I vice campioni olimpici in carica accedono alla fase a eliminazione diretta.

La boxeuse Rebecca Nicoli ha poi vinto il primo incontro nella categoria fino a 60 chilogrammi. L’azzurra si è imposta 4 a 1 ai punti sulla messicana Emseralda Falcon Reyes. Sul ring della Kokugikan Arena, tempio del sumo, l’atleta lombarda è stata superiore nelle prime due riprese per cedere leggermente nella terza. Ora Nicoli venerdì affronterà l’irlandese Kellie Anne Harrington per accedere agli ottavi di finale. “Mi sono sentita molto bene, sono felice di aver fatto questo combattimento per rompere il ghiaccio e per risalire sul ring, un’avversaria aggressiva, era quello che ci voleva”, ha detto Rebecca ai microfoni dell’AGI. Il pugilato italiano è presente alle Olimpiadi di Tokyo solo con quattro atlete: per la prima volta nella storia olimpica non si è qualificato nessuno uomo.