Il 18 luglio 1914 nasceva Gino Bartali, grande uomo e sportivo

Il 18 luglio 1914 nasceva Gino Bartali, grande uomo e sportivo

Tra i più grandi fuoriclasse nella storia dello sport italiano: tre Giri d’Italia, due Tour de France e una leggendaria rivalità con Fausto Coppi. 

gino bartali ciclismo

Gino Bartali
 

AGI - Il 18 luglio 1914 nasce a Ponte a Ema in provincia di Firenze il grande campione di ciclismo Gino Bartali. Fu tre volte vincitore del Giro d'Italia e due al Tour de France. La sua vita, la sua carriera e il suo rapporto di amicizia e rivalità con Fausto Coppi, raccontate in "Coppi contro Bartali" di Claudio Gregori Coppi e Bartali.

Coppi e Bartali, amici e rivali

Una cosa li ha uniti: l'agonismo. Un'altra li ha imprigionati: la rivalità. Il grande racconto del duello che ha segnato la storia del ciclismo. Gianni Brera li ha chiamati "i due carissimi nemici". Un ossimoro pertinente e stupendo. Coppi e Bartali, amici e rivali. Due cavalieri in bicicletta in eterno, leale, conflitto.

Entrambi sono esplosi a vent'anni, abbaglianti come supernove, ma diversi come Polo nord e Polo sud. E, proprio per questo, la lotta magnetica tra gli opposti li ha sempre attirati l'uno all'altro.

Sulle due ruote hanno combattuto battaglie di grande bellezza, tra picchi innevati e fulminee volate, che hanno suscitano un'incredibile passione sportiva, rimasta impressa nella memoria del Novecento. La sfida, però, combattuta tra l'Italia e l'Europa non ancora sgombre dalle macerie, andava molto al di là del nudo fatto sportivo.

Carlo Gregori, con una penna magistrale, riporta chilometro dopo chilometro Coppi e Bartali sulle strade del presente, scrivendo come un romanzo l'intensa cronaca di quella rivalità, profondamente italiana, che ha unito nel ciclismo due vite al di fuori del comune.

Claudio Gregori (Trento, 1945) è stato dal 1986 inviato per la "Gazzetta dello Sport". Tra gli eventi sportivi che ha seguito nel corso della carriera: ventitre Giri d'Italia, tre Tour de France, dodici Olimpiadi, cinque Mondiali di calcio, dieci di nuoto, due di scherma e il Motomondiale.

E' autore di numerosi libri, fra i quali ricordiamo Luigi Ganna. Il romanzo del primo vincitore del Giro D'Italia del 1909 (2009), Livio Berruti. Il romanzo di un campione e del suo tempo (2009) eLabro'n. La vita e le avventure di Toni Bevilacqua. Ha ricevuto vari premi alla carriera.