agi live
L'Italia accoglie l'Under 17 ucraina, si allena a Coverciano e poi le partite nel Senese

L'Italia accoglie l'Under 17 ucraina, si allena a Coverciano e poi le partite nel Senese

L'iniziativa della Figc in vista del quadrangolare di qualificazione agli Europei in Israele. Gravina: il calcio è strumento di amicizia e fratellanza

figc ospita nazionae under 17 coverciano

© Figc - Il pullman della Figc a Zahony, al confine ucraino-ungherese

AGI - La Figc ospita a Coverciano la nazionale di calcio under 17 dell'Ucraina. Con il supporto della Uefa, la Federcalcio si è infatti attivata per consentire ai giovani campioni ucraini di raggiungere in sicurezza l'Italia in vista della seconda fase di qualificazione al campionato europeo di categoria, in programma dal 20 al 26 aprile in provincia di Siena.

Il tour del pullman azzurro

Nella mattinata di giovedì 14 aprile il pullman della Nazionale italiana di calcio ha raggiunto Zahony, città di frontiera sul confine ucraino-ungherese, dove sono saliti a bordo alcuni membri della delegazione, staff e calciatori. Il bus ha quindi fatto tappa prima a Budapest e poi a Zagabria, dove si sono aggregati altri giovani calciatori della nazionale ucraina e raggiungera' nel pomeriggio il Centro tecnico federale di Coverciano. Nel quartier generale degli Azzurri, la Figc ospitera' la giovanile ucraina fino alla giornata di martedi', quando e' previsto il trasferimento a Siena per il torneo di qualificazione all'Europeo Under 17 le cui finali si disputeranno in Israele dal 16 maggio al 1 giugno.

Le tre partite di qualificazione all'Europeo

La nazionale under 17 ucraina usufruirà delle strutture del Centro tecnico federale, si spiega in una nota,  e del supporto logistico messo a disposizione dalla Figce potrà quindi prepararsi al meglio, per le tre gare previste in Toscana (mercoledì 20 aprile a Poggibonsi con il Kosovo, sabato 23 con la Polonia a Colle Val d’Elsa e martedì 26 con l’Italia allo stadio Artemio Franchi di Siena).

Il sostegno di Gravina

Il calcio è uno straordinario strumento per testimoniare i valori di amicizia e fratellanza – dichiara il presidente federale Gabriele Gravina – e la Figc è in prima fila nell’aiutare il popolo ucraino e il calcio ucraino a superare questo momento terribile. Nonostante ciò che sta accadendo da molti, troppi giorni, la Nazionale ucraina ha manifestato la volontà di prendere parte al torneo organizzato nel nostro Paese sotto l’egida della Uefa, quindi - conclude - ci siamo messi a disposizione per ospitarli e farli allenare, consentendogli di partecipare nelle migliori condizioni. Sarà l’occasione per ribadire ancora una volta il nostro convinto ‘no alla guerra’ e il nostro incondizionato supporto alla federazione ucraina”.