Donne e successi di Maradona. Ma il suo unico amore era il pallone

Donne e successi di Maradona. Ma il suo unico amore era il pallone

Anche con l'avvento dei social, il campione argentino non ha mai concesso scatti della sua vita privata, che invece è finita spesso sulle prime pagine dei giornali

Maradona donne successi 

© ANNE-CHRISTINE POUJOULAT / AFP - Maradona con la moglie Claudia e le figlie Dalma e Giannina  

AGI - I successi, i soldi, le donne, i guai con il fisco, i problemi di salute, e un unico grande amore, il pallone. Diego Armando Maradona, la mano de Dios, il Pibe de oro, l'uomo degli eccessi e delle fragilità. In 60 anni un solo matrimonio, con la compagna di sempre, Claudia Villafane, ma tanti flirt attribuiti dal gossip italiano e internazionale.

A Napoli, una donna, Cristiana Sinagra ha ingaggiato una battaglia legale per il riconoscimento del figlio nato da una breve relazione. Ma prima di Diego jr, riconosciuto solo nel 2007, dal matrimonio con la compagna di una vita, sposata nel 1989, sono nate Dalma Nerea e Gianina Dinorah.

Il matrimonio finisce nel 2004, e Diego, nella sua autobiografia, ammetterà di non essere stato sempre fedele, ma di aver amato solo sua moglie. Da altre relazioni ha avuto Jana e Diego Fernando. Anche con l'avvento dei social, il campione argentino non ha mai concesso scatti della sua vita privata, che invece è finita spesso sulle prime pagine dei giornali.

Foto rubate, come quando fu ricoverato a Cuba, per disintossicarsi dalla droga. Appesantito come non mai, con i capelli biondo platino nel 2000, fece temere tutti i suoi fans, ancora tanti e disseminati in tutto il mondo. Tornò in forma, ma nel 2004 per gli stessi problemi viaggia di nuovo verso a l'Havana, dove poi fu ritratto affianco a Fidel Castro.

Dalla miseria della periferia di Buenos Aires, a Lanus, fino ai gradini più alti del podio che un calciatore potesse sognare. Ma mai un Pallone d'Oro, pur essendo considerato assieme a Pelé il più grande calciatore di tutti i tempi. In realtà l'ostacolo era del tutto burocratico: fino al 1994 non era infatti consentito assegnare il Pallone d'Oro a un calciatore extraeuropeo. Un patrimonio finanziario e immobiliare enorme, con una villa lussuosissima a Dubai, dove spesso trascorreva lunghi periodi negli ultimi tempi, e la prima casa a Buenos Aires, dove possedeva una tenuta immensa.

Già nel 1987 guadagnava 4 miliardi di lire all'anno. Ma non aveva il pallino degli affari o l'esatta percezione dei suoi movimenti finanziari, al punto che sul finire della stagione a Napoli cominciarono i suoi guai con il fisco italiano. Condannato a un risarcimento milionario per una cartella arrivata quando lui non era a Napoli, durante un viaggio in Italia fu fermato dai finanzieri all'aeroporto di Roma e gli sequestrarono orecchini di diamanti e un orologio di valore.

Religioso ma anche scaramantico, Maradona non rinunciava, da allenatore dell'Argentina nel 2010 a portare in campo una serie di amuleti, rosario e giornali del 1986 per riferirsi ai momenti più esaltanti della sua carriera calcistica. Nel 2018 ottiene la panchina del Dorados di Sinaloa, in Messico e alla stampa dichiara di aver chiuso per sempre con la droga e di pensare solo ad allenare. Nel 2018 era diventato nonno. Il figlio Diego ha avuto Matias accolto con grande gioia dal campione.