Tracy: "Non ho mai dato per scontata la vittoria di Carmine a Masterchef"

Tracy: "Non ho mai dato per scontata la vittoria di Carmine a Masterchef"

Le parole della ragazza, arrivata in italia a 14 anni, dopo la vittoria dell'undicesima stagione del più popolare cooking show del palinsesto televisivo italiano

tracy vince masterchef mai data vittoria scontata carmine

Tracy, vincitrice di Masterchef

AGI - "Masterchef mi ha insegnato tantissimo, non solo come cuoca, ma anche a livello umano. Mi ha fatto prendere più consapevolezza del mio carattere, di quello che sono, mi ha resa più disponibile a conoscere persone sconosciute che mi hanno arricchito".

Sono queste le prime impressioni di Tracy Eboigbodin all'indomani della sua vittoria all'undicesima stagione di Masterchef Italia, il più popolare cooking show del palinsesto televisivo italiano. Una vittoria figlia di un indiscusso talento, ma anche della capacità della ragazza di saper raccontare, settimana dopo settimana, la propria vita attraverso i piatti.

Una storia fatta di integrazione per lei, arrivata in Italia a 14 anni già con un'enorme passione per la cucina, "Cucino da quando sono piccola - racconta infatti - in Nigeria la cucina viene insegnata già ai bambini; mia mamma, le zie, mi hanno insegnato tutto. Quando sono arrivata in Italia chiedevo sempre tutto quello che c'era nei piatti che ordinavo, anche grazie al mio compagno italiano che mi ha spinto ad assaggiare ingredienti che non conoscevo".

tracy vince masterchef mai data vittoria scontata carmine
Tracy, vincitrice di Masterchef

Ed ottimamente accolta nella sua Verona, "non ho mai subito episodi di razzismo, sono sempre stata bene, ho sempre trovato persone fantastiche, ad oggi posso dire di aver acquisito una nuova famiglia, nuovi amici tutti italiani, mi sento arricchita perchè ho dentro due culture che convivono benissimo", anzi il nostro paese ha offerto alla ragazza una nuova prospettiva sul cibo: "Per me è diventato una cosa spirituale, non mangio per nutrire il corpo ma l'anima, io in Italia ho capito che non si mangia solo perchè si ha fame".

Tracy ha giocato un'ottima finale, battendo al foto finish con il suo menù intitolato "L'abbraccio", il predestinato Carmine, il "secchione" della classe, così come soprannominato dai giudici Bruno Barbieri (che lo aveva preso particolarmente sotto la propria ala), Giorgio Locatelli e Antonino Cannavacciuolo; ma nessuna sorpresa in questo senso, anzi ad oggi la concorrente sostiene che "Carmine è un fuoriclasse, è sempre stato tra i migliori, ma non davo la sua vittoria per scontata, ho pensato che poteva vincere, ma ero sicura se la sarebbe sudata".

Ora non la aspetta che il futuro, la vittoria di Masterchef le ha permesso di portare a casa centomila euro in gettoni d'oro, la pubblicazione di un proprio libro di ricette (si intitolerà "Soul Kitchen" e sarà disponibile in libreria dal 15 marzo) e la possibilità di frequentare il prestigioso corso di alta formazione presso ALMA, La Scuola Internazionale di Cucina Italiana; "In questi mesi di attesa ho continuato a studiare e ho pensato al libro provando le ricette - racconta - Non so cosa mi riserva il futuro, sono pronta ad affrontare qualsiasi sfida, mi metto in gioco, non mi fermo assolutamente qui. Vorrei fare subito il corso, ho tanta voglia di imparare, nel frattempo magari fare delle cene a domicilio per farmi conoscere".