Cinquant'anni fa sbarcava in Italia Pippi Calzelunghe

Cinquant'anni fa sbarcava in Italia Pippi Calzelunghe

La serie, composta da 13 episodi, consacrò sul piccolo schermo Inger Nilsson, allora una bimba svedese di 10 anni e oggi una 61enne con molti ruoli in teatro e una scarsa carriera in tv per via di quel personaggio che le è rimasto incollato per tutta la vita

pippi calzelunghe 50 anni italia

Pippi Calzelunghe

AGI - Pippi Calzelunghe compie 50 anni in tv e 75 in libreria: era il 6 settembre del 1970 quando la Rai mandò in onda il primo episodio della serie che fece conoscere agli italiani la bambina dalle trecce arancioni nata nel 1945 dalla penna della svedese Astrid Lindgren. Per celebrare l'anniversario il canale satellitare DeaJunior trasmetterà per tutto il weekend la rassegna speciale "Pippi sei mitica" per i nostalgici e per chi ancora non la conoscesse.

La serie, composta da 13 episodi, consacrò sul piccolo schermo Inger Nilsson, allora una bimba svedese di 10 anni e oggi una 61enne con molti ruoli in teatro e una scarsa carriera in tv per via di quel personaggio che le è rimasto incollato per tutta la vita.

Nome di battesimo, "Pippilotta Viktualia Rullgardina Succiamenta Efraisilla Calzelunghe", Pippi è una giovanissima ereditiera, figlia di un pirata dei mari del Sud, che va a vivere tutta sola in una grossa villa a Visby, una tranquilla cittadina della Svezia. A farle compagnia, una scimmia che lei chiama "il signor Nilsson", un cavallo bianco a pois neri che definisce "zietto" e che alza con una forza sovrumana, e i due bimbi vicini di casa, Tommy e Annika, che la nuova e bizzarra vicina travolge come un treno.

pippi calzelunghe 50 anni italia
 Astrid Lindgren autrice Pippi Calzelunghe (Afp)

Il personaggio di Pippi si fece strada nella fantasia di Lindgren a partire dal 1941, quando la scrittrice cominciò a inventare storie che avevano come protagonista la bimba dai capelli arancioni e le lentiggini per tranquillizzare la piccola figlia Karin prima di metterla a letto. Poi, nel 1944, immobilizzata da una caviglia slogata, Lindgren prese carta e penna e diede vita al celebre personaggio letterario.

Ribelle, indipendente, anticonformista e allergica alle regole, Pippi si fece conoscere al mondo come una femminista antesignana, ma in Svezia c'è chi la definì un modello antieducativo perché proponeva un'infanzia senza regole e senza il controllo dei genitori.

In realtà, per il personaggio, Lindgren si era ispirata ad alcune teorie pedagogiche degli anni '30. Polemiche a parte, Pippi ha incoraggiato generazioni di bambine a essere indipendenti e a seguire la propria natura. Oggi in Svezia c'e' una nuova Pippi, assicura Nilsson: è Greta Thunberg, la giovanissima attivista che, con parole dure alternate a scioperi e slogan, sta cercando di sensibilizzare i grandi della Terra ad agire contro il riscaldamento climatico.