Amadeus: "Sarà un Festival difficile, è doveroso far sorridere"

Amadeus: "Sarà un Festival difficile, è doveroso far sorridere"

Tra gli ospiti ci saranno i Negramaro, Alessandra Amoroso, oltre alla già annunciata Ornella Vanoni. Si lavora per avere anche  Adriano Celentano e Roberto Benigni

sanremo amadeus doveroso far sorridere

© Maria Laura Antonelli / AGF 
- Amadeus

AGI -  È un Festival di Sanremo "difficile", e "io e Fiorello siamo consapevoli di dover trovare un equilibrio tra le 75 pagine del protocollo Rai per la sicurezza e la prevenzione sanitaria e il divertimento". Lo ha detto Amadeus nella conferenza stampa dell'organizzazione dell'evento, la prima conferenza di questa edizione, la numero 71 che però il direttore artistico e conduttore e anche il direttore di Rai1, Stefano Coletta, preferiscono indicare come edizione 70+1. 

"Milioni di persone avranno il piacere di distrarsi per cinque sere. Abbiamo il dovere di fare 5 serate di serenità, con la speranza che sia pur sempre un Festival di una piccola rinascita - ha aggiunto Amedeus - L'Ariston dev’essere un luogo di gioia e tutti coloro che saranno sul palco diventano fondamentali per dare questa gioia al pubblico e spero possa essere ricordato come Festival di rinascita e che ci sia un grande show, a cui tutti stiamo lavorando fortemente perché accada. Ognuno di noi è un tassello fondamentale per la riuscita. È un Sanremo difficile ma abbiamo il dovere di sorridere e regalare spensieratezza".

Il direttore artistico e conduttore ha detto inoltre che l'obiettivo è "rendere questo Festival come unico, e speriamo sia tale, nel suo genere. Ma dev’essere unico perché può creare all’interno dell’Ariston uno spettacolo degno dei migliori Festival nei 70 anni trascorsi". 

Fiorello: "Non ci sarà il pubblico all'Ariston? Chi se ne frega"

Non ci sarà il pubblico all'Ariston? "Chi se ne frega, chi se ne frega... Sarà un Festival di successo. Preparatevi tutti, i vari Conti, Fazio...". Così Fiorello durante il suo intervento in conferenza stampa alla presentazione del festival. "C’è bisogno di portare buonumore nelle case degli italiani", ha aggiunto.

Amadeus "è lo Swiffer delle polemiche...". Ha detto Fiorello in  riferimento al brand americano dei prodotti per la pulizia arriva prendendo spunto da una successione di fatti che hanno finora accompagnato la preparazione del festival.

E Fiorello snocciola quindi che Amadeus "ha cominciato ad agosto, dicendo che Morgan non l'ha voluto, poi la storia della nave, poi le 300 persone che dovevano rappresentare il pubblico all'Ariston, poi i figuranti, poi dice 'non faccio più il Festival, poi lo faccio'.

E a un certo punto ecco Ibra (che sarà ospite nelle cinque serate del festival, ndr) che litiga con Lukaku, poi Fedez che fa vedere alcuni secondi di un video in cui canta il brano che porterà in gara...". Insomma un caso dietro l'altro, e dunque ecco che Amadeus diventa per lo showman "lo Swiffer delle polemiche". 

Questa edizione del Sanremo "è una cosa nuova che andiamo a fare. Sarà una figata questo Festival.. Non vedo l’ora di capire cosa accadrà quando saremo lì la prima sera e diremo ‘buonasera’ e non ci sarà nessuno...". ha concluso Fiorello.

Tra gli ospiti negramaro, Alessandra Amoroso e Ornella Vanoni

Ci saranno anche i negramaro e Alessandra Amoroso, oltre alla già annunciata Ornella Vanoni, tra gli ospiti musicali italiani del prossimo Festival di Sanremo. Ha annunciato  Amadeus durante la conferenza stampa. Con la band salentino "stiamo pensando a una cosa molto forte".

Si sta lavorando - ha aggiunto il direttore artistico e conduttore - ad ospiti musicali, in prevalenza italiani, "proveremo anche ad avere stranieri di spicco". Ornella Vanoni sarà ospite all'Ariston sabato 5 marzo, "è un personaggio incredibile non solo musicalmente parlando ma attuale". 

Jovanotti al Festival di Sanremo? "Se vuole venire, non deve neanche bussare, le porte sono aperte. L'ho detto lo scorso anno e lo ribadisco".  Ha aggiunto Amadeus che, inoltre, conferma che si sta lavorando per avere tra gli ospiti anche  Adriano Celentano e Roberto Benigni e si spera di avere una risposta positiva al più presto.

"Si parte dall’idea - ha detto il direttore artistico e conduttore durante la conferenza stampa di presentazione dell'evento - e spiace la fuga di notizie, perché non fanno bene alla costruzione del Festival. Con grandi nomi, come quello di Celentano, si parte con un primo incontro che serva per avere un’idea vincente, come pure per Benigni. 

Spero che sia risposta positiva, perché proprio in un desiderio di ripartenza si spera di poter regalare un momento indimenticabile, stiamo parlando di due grandi comunicatori della musica e del cinema e teatro".