Cosa si è visto in tv nel secondo sabato del #restoacasa

Cosa si è visto in tv nel secondo sabato del #restoacasa

Il monito della D’Amico, il phon di Dalla Chiesa, la pausa con Fiorello, poi parla Conte: tutti zitti.

coronavirus programmi tv fiorello

Piedi nudi. A Carlo Federico Perno, virologo dell’Ospedale Niguarda, Tiberio Timperi e Monica Setta a Unomattina in famiglia girano la domanda sull’utilità, in chiave anticoronavirus, del tenere le scarpe fuori di casa. “Vengo preso in giro da anni, ma da me, da quando è nato mio figlio come si usa in un paesini di montagna non entrano in casa, si gira scalzi, le scarpe si lasciano sullo zerbino anche perché sotto le suole si annidano  400mila batteri” esterna Timperi. Setta non è da meno: “Sai come mi chiamano le amiche? Sandy Shaw, perché io a casa giro sempre a piedi nudi, meglio professore no?” Il prof approva, indipendentemente dall’efficacia anticoronavirus: “E’ buona norma igienica tenere le scarpe fuori di casa, o cambiarsele appena arrivate. Perché non raccolgono soltanto 400 mila batteri, ma milioni”.

Canti presaghi. “Dai fammi sentire come canti” . Mentre taglia i capelli alla sua cliente Maria (“dobbiamo solo alleggerirli un po’ dietro”, Federico Lauri del Salone delle meraviglie (Real time) la invita ad esibirsi per lui. “Ti faccio sentore Caruso”. La presaga puntata è stata girata prima dell’emergenza coronavirus quando si poteva andare dal parrucchiere e  non era neanche l’epoca dei cori delle 18 sui balconi.

Pace. Io sono in pace con il mondo, è il mondo  che non è in pace con me (Noemi Letizia, quella che chiamava “papi” Berlusconi) dopo il messaggio Reiki con una delle colleghe  (“serviva proprio, con l’energia non positiva che ci circonda”) a  The real housewives di Napoli (Real time) dove va in scena una faida tra le protagoniste. Era prima del coronavirus, chissà se ora sono più tranquille.

Phon. “Dentro le nostre case stiamo ritrovando noi stesi e anche degli oggetti di cui ritroviamo il valore”. Il conduttore di Italia sì (Raiuno) Marco Liorni chiede ai Rita Dalla Chiesa, Elena Santarelli, e al nuotatore Manuel Bortuzzo cosa hanno ripescato in casa e la Dalla Chiesa orfana del servizio “turco e parrucco” in Rai, scomparso con l’emergenza coronavirus, sventola un phon: “In tutti questi anni di tv qualcuno si occupava dei miei capelli, adesso mi vedete con la coda di cavallo, con la ricrescita con cui state facendo i conti anche voi a casa. E ho dovuto ripescare questo phon casalingo”. La Santarelli ha ritrovato la maglietta distribuita agli ospiti del suo matrimonio, con lei in versione Barbie e il marito Ken. Bortuzzo ha trovato e sta leggendo “Il giovane Holden”: “Mi sta piacendo ma me la sto prendendo comoda, abbiamo tempo”.

D’Amico and Buffon. A Stasera Italia weekend  (Rete 4) si parla della diffusione crescente del coronavirus e della pericolosità degli sintomatici. Ilaria D’Amico in collegamento insiste sulla necessità di stare a casa: “Ogni volta che noi trasportiamo noi stessi da qualche altra parte siamo portatori di questo virus” chiarisceIo. “Io e il mio compagno  (Gianluigi Buffon, ndr) abbiamo fatto il tampone, era necessario, e siamo risultato negativi. Fin qui non lo abbiamo sviluppato ma dal  giorno seguente a quello del test abbiamo continuato a comportarci nella stessa maniera, a stare a casa. Perché in ogni momento si può contrarre il virus”.

Fiorelloooooooo. “Ecco a voi Rosario Fiorellooooo”. Giorgia presenta Fiorello nella prima puntata di Viva RaiPlay. Raiuno ce la ripropone in replica e noi ci rilassiamo un po’. Ce lo meritiamo. E ci fa ridere anche Checco Zalone che annuncia il suo prossimo film, tra sette anni: “Cesserò di essere il solito qualunquista becero, superficialità”. Starai sempre dietro la macchina da presa?” chiede Fiorello. “Accanto, perché dietro è sessista”. 

Tamponamento: Lo chiamano così ma non a niente a che fare con gli incidenti d’auto. A Petrolio files il virologo Galli invoca la sua estensione: “Dobbiamo ficcarci in testa che in Lombardia decine di migliaia di persone, probabilmente centinaia di migliaia, vorrebbero sapere che cosa hanno, avendo spesso dei sintomi. Se il distanziamento sociale vuole avere risultato che sia definitivo deve anche aiutare con la medicina territoriale le persone che sono a casa”.

Ponte Morandi: Nell’edizione straordinaria del Tg1 viene mostrato il Ponte Morandi illuminato con il tricolore italiano. Emozione.

Conte: “Conte si affaccia all’edizione straordinaria del Tg1 alle 23 e 25, costringendo la conduttrice Emma D’Aquino e il giornalista Roberto Chinzari a salti mortali per ingannare l’attesa. “In questo momento dobbiamo resistere” è il primo concetto  che il premier consegna agli italiani  prima di annunciare la chiusura delle attività produttive che non garantiscono servizi essenziali. “Supermercati, farmacie, parafarmacie, resteranno aperti. Rallentiamo il motore produttivo del paese ma non lo fermiamo”.