Migranti, Rita Pavone e feste vip. La polemica del giorno è sui Pearl Jam

Allo stadio Olimpico la band di Seattle invita l'Italia ad "aprire i porti". E poi vola in Costa Smeralda per il party segretissimo di un facoltoso americano

Migranti, Rita Pavone e feste vip. La polemica del giorno è sui Pearl Jam

Le luci si abbassano, Eddie Vedder imbraccia la chitarra acustica e attacca la cover di "Imagine" di John Lennon. Sul maxischermo dietro il palco dello stadio Olimpico appare il disegno di un salvagente, con all'interno gli hashtag #apriteiporti e #saveisnotacrime. Il pubblico applaude e alza gli smartphone, che ormai hanno preso definitivamente il posto degli accendini in queste occasioni. Il riferimento alla vicenda Aquarius è evidente.

Il cantante dei Pearl Jam ha sempre sposato cause sociali e lanciato messaggi di questo tenore dal palco. Nondimeno, sui social network in molti hanno sottolineato che la storica band di Seattle, impegnata in un tour europeo, non ha sollevato finora lo stesso appello in tutte quelle capitali che, a differenza di Roma, in questi anni i loro porti e le loro frontiere le hanno tenute ben blindate. 

Un'osservazione che qualcuno ha fatto con toni pacati, qualcun altro in maniera un po' più accesa. Come Rita Pavone che, condividendo su Twitter il servizio di Sky dedicato alla performance, sbotta: "Ma farsi gli affari loro no?". Ed è subito polemica. 

L'interprete de "Il ballo del mattone" e "Datemi un martello" risponde per le rime. E lo dà in testa (il tweet) a chi non le va

La discussione prosegue. Molte sono le critiche nei confronti della cantante torinese. Alcune tranquille e civili:

Altre non proprio:

Mentre su un sito dopo l'altro svetta il titolo "Rita Pavone contro i Pearl Jam", sulla scia dei peplum d'antan e dei vecchi film di mostri giapponesi, la bagarre prende una nuova piega. I fan apprendono che nel frattempo i loro idoli sono volati da Roma in Costa Smeralda per suonare alla festa privata di un facoltoso americano non meglio identificato. Data e luogo ovviamente segretissimi, sia mai la plebe cerchi di avvicinarsi. 

"L'esibizione dal vivo dei Pearl Jam sarà la ciliegina sulla torta per i festeggiamenti da favola di una facoltosa personalità americana del jet set internazionale", spiega La Nuova Sardegna, "ieri notte intorno alle 2, dopo il concerto di Roma, Eddie Vedder e soci sono atterrati all'aeroporto internazionale Riviera del Corallo di Alghero e poi si sono diretti verso la costa nordorientale, per una destinazione top secret in cui sosteranno sino alla prossima tappa del loro tour europeo, prevista per domenica a Praga. Secondo quanto si apprende, il gruppo sarebbe stato contattato dagli organizzatori dell'esclusivissimo party, di cui location e data sono tenute assolutamente riservate per ragioni di privacy e di sicurezza: la presenza del gruppo musicale statunitense potrebbe scatenare l'euforia di migliaia di fan provenienti da tutta l'isola".

Inevitabile che la notizia, giunta dopo tanta dimostrazione di afflato umanitario, susciti sarcasmo sui social: 

Migranti, Rita Pavone e feste vip. La polemica del giorno è sui Pearl Jam

A suggellare la polemica del giorno ci pensa la presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, che propone di dirottare i barconi con gli immigrati al party esclusivo dove suoneranno i Pearl Jam.

Certo, per sapere dove si svolga la festa bisognerebbe quantomeno mobilitare i servizi segreti. E Giuseppe Conte, che ha la delega, in queste ore ha decisamente altre priorità.

Non sappiamo, in tutto questo, cosa pensi Eddie Vedder della controversia, qualora gliene sia giunta voce. Nondimeno, ci piace immaginarlo così:

Migranti, Rita Pavone e feste vip. La polemica del giorno è sui Pearl Jam


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it