Il concerto di Bocelli in un Duomo deserto

Il concerto di Bocelli in un Duomo deserto

Il canto del tenore, in diretta streaming, si è librato come una preghiera tra le volte gotiche per esorcizzare il coronavirus

concerto pasqua bocelli duomo milano

Andrea Bocelli

Un concerto emozionante da un Duomo di Milano deserto, un canto che si è librato come una preghiera tra le volte gotiche per esorcizzare il coronavirus: Andrea Bocelli si è esibito in diretta streaming sul suo canale YouTube. Il primo brano è stato 'Panis angelicus' di César Franck, poi l'"Ave Maria" di Bach/Gounod, il "Santa Maria" di Mascagni, il "Domine Deus" rossiniano dalla Petite Messe e a chiudere "Amazing Grace", celeberrimo inno cristiano di ringraziamento, concepito nel '700 e ispirato da una conversione.

La voce del tenore era accompagnata dalla musica dell'organo suonato dal maestro Emanuele Vianelli, primo organista del Duomo.
La preghiera collettiva nella domenica di Pasqua è stata dedicata alla città di Milano e all'Italia intera, ferite dai morti e dai contagi della pandemia di coronavirus. Le immagini erano intervallate da foto delle città più ferite dalla pandemia, da Bergamo e Brescia fino a New York.

"Pregare, nella casa di Dio e nel giorno della principale solennità cristiana, affinché possiamo superare quanto prima questo periodo drammatico, ripartendo con una nuova consapevolezza, pervenendo a un nuovo concetto di cura del prossimo e del pianeta", aveva spiegato Bocelli prima del concerto.