Cosa sapere sulle sale Uci Cinemas che riaprono oggi con le nuove misure

Cosa sapere sulle sale Uci Cinemas che riaprono oggi con le nuove misure

Ramon Biarnes: "Stiamo revisionando tutto il nostro apparato tecnologico, il governo ha detto che per l'aria condizionata può essere accesa previa una pulizia speciale dei filtri". Entro la prima settimana di luglio aperte tutte le 49 maxisale in Italia

misure sicurezza sale cinematografiche uci

AGI - L'ora X è fissata per oggi alle 17.15. Quando, dopo oltre tre mesi di serrata imposta dall'emergenza coronavirus, quattro strutture di UCI Cinemas, il principale circuito in Italia riapriranno da pionieri nel giorno del via libera ai cinema deciso dal governo. Accoglieranno gli spettatori in crisi d'astinenza l'UCI Bicocca di Milano, L'UCI Orio di Bergamo, l'UCI Porta di Roma nella capitale e UCI Luxe Campi Bisenzio a Firenze, partecipando a una festa celebrata da pochi, con soli cento schermi aperti in tutta Italia oggi, come annunciato da Anec.

L'idea di UCI Cinemas, ha spiegato stamattina Ramon Biarnes, amministratore delegato di UCI Cinemas in Italia, Spagna, Portogallo e Germania, è quella di riaprire tutte le sue 49 multisale italiche nella prima settimana di luglio. "Oggi è una giornata importante per l'Italia, riapriamo i cinema cercando di capire la loro nuova normalità e, soprattutto, se gli spettatori e i dipendenti si sentiranno sicuri - ha così celebrato la riapertura e il ritorno alla magia della fruizione dei film sul grande schermo - si tratta di un primo piccolo passo della fase di ripartenza che prevede una progressiva riapertura delle altre multisale del circuito".

Andare al cinema oggi sarà un po' come prendere un aereo, con il personale che vigilerà sulla reale occupazione dei posti assegnati prima del via alla proiezione, scaglionerà le uscite e un video con i comportamenti da seguire che precederà le proiezioni.

Mascherina soltanto per entrare in sala

È titolato "Divertiamoci insieme in totale sicurezza" e raccomanda di utilizzare i dispenser con le sostanze igienizzanti sparse in sala e all'ingresso, di tenersi lontani dagli altri spettatori quando ci si muove (con la mascherina) per andare alla toilette e, tra l'altro, di restare seduti al proprio posto alla fine della proiezione: il personale di servizio dotato di mascherine provvederà a far defluire gli spettatori liberando gradualmente le varie file.

Anche gli spettatori dovranno presentarsi al cinema con la mascherina, ma, come prevedono i nuovi protocolli, non sarà obbligatorio indossarla durante la proiezione a differenza di quanto avviene, ha chiarito Biarne's, in Norvegia (la prima dove UCI Cinemas ha riaperto, con sette cinema) e Spagna, Germania e Portogallo (i tre paesi dove la settimana scorsa sono stati riaperti in tutto nove cinema).

Tutte le altre misure sono identiche invece, a partire dal consumo di food and beverage: pop corn e affini saranno consentiti nella propria poltroncina e saranno venduti all'interno dei vari cinema. È consigliato l'acquisto online di biglietto ma gli spettatori potranno comprarli anche al cinema, così come è successo in Spagna dove, ha raccontato, la metà dei biglietti è stata venduta al botteghino.

Famiglie e conviventi potranno sedere vicini senza l'obbligo di mostrare documenti o fornire i nominativi all'ingresso: "In biglietteria prevarrà il buon senso - ha chiarito - se si presenteranno venti ragazzi dicendo che vivono tutti insieme difficilmente verranno creduto e dovranno quindi sedere con le due poltroncine di distanza uno dall'altro".

Prezzi bassi, ma c'è una ragione

Via libera anche all'aria condizionata: "Stiamo revisionando tutto il nostro apparato tecnologico, il governo ha detto che per l'aria condizionata può essere accesa previa una pulizia speciale dei filtri". Si ricomincia con due sole proiezioni quotidiane che saliranno a tre nel weekend, riduzione imposta dai tempi necessari al deflusso degli spettatori e ai tempi di igienizzazioni delle sale dopo ogni proiezione.

In attesa dei grandi blockbuster dell'estate, come 'Tenet', 'Mulan' e 'Wonder Woman 1984' (l'unica data certa è quella di Onward-Oltre la magia, il 22 luglio) i quattro Ucicinemas ricominciano con titoli già visti sul grande schermo o usciti in piattaforma durante il lockdown: 'Sonic, Playmobil: The Movie', 'Pinocchio', 'Joker' 'Parasite' . 'Odio l'estate' , 'Tolo tolo', ' Tappo - Cucciolo in un Mare di Guai', Maleficent - Signora del Male', 'Doctor Strange', '1917', 'The Grudge', 'Dark Water', 'Richard Jewell', 'I Miserabili', 'Fantasy Island', 'Parasite', 'Cena con Delitto', 'Bad Boys for Life', 'Jumanji: The Next Level' e Birds of Pray.

"I distributori hanno fatto una cosa normale - ha osservato Biarne's - con i cinema chiusi hanno spostato le date di uscita, e ora stanno lavorando per trovare il miglior calendario, avremo una seconda parte dell'anno molto importante". Considerando la non originalità dei film proposti e per incoraggiare gli spettatori, UCI Cinemas hanno previsto il biglietto scontato a 4,90 euro negli Ucicinemas e a 5,90 negli UciLuxe.

In quanto a fatturato Biarne's non si aspetta faville nella fase di riapertura: "Abbiamo capito che gli incassi estivi non avranno un andamento normale, l'auspicio è quello di tornare in autunno non a una nuova normalità ma a un'antica normalità - ha chiarito - dobbiamo capire quali saranno le prossime disposizioni governative, ma non abbiamo fretta, adesso è importante riaprire e riconquistare la fiducia degli spettatori".