Il 2019 è stato il secondo anno più caldo di sempre

Il 2019 è stato il secondo anno più caldo di sempre

I risultati dell'analisi consolidata dell'Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) dei principali set di dati internazionali

record caldo clima temperature

 Italia tempo caldo afa estate - afp

Il 2019 è stato il secondo anno più caldo mai registrato dopo il 2016, secondo l'analisi consolidata dell'Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) dei principali set di dati internazionali. Le temperature medie per i periodi di cinque anni (2015-2019) e decennale (2010-2019) sono state le più alte mai registrate. Dagli anni '80 ogni decennio è stato più caldo di quello precedente. Si prevede che questa tendenza continuerà a causa dei livelli record di gas serra che intrappolano il calore nell'atmosfera.

La temperatura globale annuale nel 2019 è stata più calda di 1,1 ° C rispetto alla media del 1850-1900, utilizzata per rappresentare le condizioni preindustriali. Il 2016 rimane l'anno più caldo mai registrato a causa della combinazione di un evento molto forte di El Niño, che ha un impatto sul riscaldamento e dei cambiamenti climatici a lungo termine. "La temperatura globale media è aumentata di circa 1,1 ° C dall'era preindustriale e il contenuto di calore degli oceani è a livelli record", ha dichiarato il segretario generale dell'OMM Petteri Taalas.

"Sul percorso attuale delle emissioni di anidride carbonica, stiamo andando verso un aumento della temperatura da 3 a 5 gradi Celsius entro la fine del secolo". Le temperature sono solo una parte della storia. L'anno e il decennio passati sono stati caratterizzati dalla ritirata del ghiaccio, record dei livelli del mare, aumento del calore e dell'acidificazione degli oceani e condizioni meteorologiche estreme. Questi si sono combinati per avere importanti impatti sulla salute e sul benessere sia dell'uomo che dell'ambiente.

"Il 2020 è iniziato da dove il 2019 si è interrotto, con eventi meteorologici e climatici di grande impatto. L'Australia ha registrato il suo anno più caldo e secco in assoluto nel 2019, ponendo le basi per gli enormi incendi boschivi che sono stati così devastanti per le persone e le proprietà, la fauna selvatica, gli ecosistemi e l'ambiente ", ha affermato Taalas. "Sfortunatamente, prevediamo un clima molto estremo per tutto il 2020 e per i prossimi decenni, alimentato da livelli record di gas serra che intrappolano il calore nell'atmosfera", ha affermato Taalas.