agi live
Tutte le stranezze degli animali domestici hanno un perché

Tutte le stranezze degli animali domestici hanno un perché

Secondo Angie Johnston, direttrice del Canine Cognition Center e del Social Learning Laboratory del Boston College i cani capiscono più velocemente dei bambini. Un servizio del Washington Post

perche stranezze animali domestici

© Oasi felina privata di Su Pallosu -


AGI - Il tuo gatto pigia in continuazione sulla tua pancia come se la stesse impastando? Tranquilli: è un retaggio atavico, è ciò che “i gattini fanno alle loro madri quando allattano per stimolare la produzione di latte” e “i gatti adulti possono ‘impastare’ gli esseri umani quando si sentono rilassati o cercano di calmarsi”. È un po’ come succhiarsi il pollice per i bambini in fasce.

Il tuo cane ti lecca la faccia come se volesse baciarti? Non è affatto così: anche in questo caso si tratta di un retaggio della prima infanzia, quando “i cuccioli di lupo ottengono il cibo dalla bocca dei loro genitori", sottolinea il Washington Post che affronta “la scienza delle stranezze negli animali domestici”.

Ovvero, “gli animali domestici fanno cose strane o, almeno così può sembrare così ai loro proprietari” ma questi tratti spesso hanno perfettamente senso per loro, affermano gli scienziati che studiano il comportamento degli animali, perché il comportamento spesso è “un'incarnazione moderna delle loro radici evolutive e attinge anche dal loro attuale legame con gli esseri umani”, “un'evoluzione del comportamento dei loro antenati che si sono adattati alle loro nuove vite come animali domestici".

Secondo Angie Johnston, direttrice del Canine Cognition Center e del Social Learning Laboratory del Boston College, anche i cani possono imparare dagli esseri umani, proprio come i bambini imparano dagli adulti con la sola differenza che “i cani capiscono più velocemente dei bambini”.

Analizzano gli studiosi del comportamento animale: “I cani, ad esempio, spesso ‘rifanno il letto’”, così come lo descrivono gli esseri umani, nel senso che raschiando su coperte, lenzuola o cuccette, poi girandosi alcune volte prima di sistemarsi, riproducono “un’abitudine che probabilmente deriva da un istinto secolare di creare un posto caldo e sicuro dove dormire”, tant’è che prima di coricarsi hanno di fatto ispezionato un’area intera.

Ma spesso girano per minuti prima di fare i propri bisogni, e secondo alcuni ricercatori – ma non tutti sono convinti – il loro è “il tentativo di allinearsi con il campo magnetico terrestre, in particolare l'asse nord-sud”, spiega questo comportamento il quotidiano. Mentre i gatti “seppelliscono quasi sempre i loro rifiuti perché “stanno coprendo le loro tracce".

Le bizzarrie degli animali sono le più diverse. Molti di loro, per esempio, – specie i cani – portano in giro calze e scarpe solo perché gli esseri umani producono odori sulla pianta dei piedi, quindi se il cane vuole avvicinarsi al suo padrone, “non c'è niente di meglio come un buon calzino puzzolente” o delle mutande lascate su una poltrona da portare in giro.