È stato scoperto il gene che ha favorito la crescita del cervello

È stato scoperto il gene che ha favorito la crescita del cervello

Gli scienziati del German Primate Center, anche attraverso alcuni esperimenti che hanno coinvolto gli scimpanzè, hanno dimostrato come ARHGAP11B abbia svolto un ruolo cruciale nello sviluppo della neocorteccia durante l'evoluzione umana

scoperto gene crescita cervello

Studi sul cervello

AGI - Il gene ARHGAP11B, presente nella corteccia cerebrale, potrebbe aver contribuito all'aumento delle dimensioni del cervello nella specie umana. Descritta sulla rivista European Molecular Biology Organization (EMBO) Reports, questa ipotesi è stata elaborata dagli scienziati del German Primate Center.

Il team, guidato da Michael Heide e Wieland Huttner, ha sviluppato degli organoidi cerebrali da cellule staminali pluripotenti di scimpanzé e umani. Queste strutture sono state utilizzate per indagare il ruolo e la funzione di ARHGAP11B, un gene che potrebbe aver svolto un ruolo evolutivo fondamentale nell'ingrandimento degli organi cerebrali umani.

I ricercatori hanno inserito ARGHAP11B in strutture simili a ventricoli cerebrali di organoidi di scimpanzè. Gli esperti hanno osservato la proliferazione delle cellule staminali necessarie all'allargamento della neocorteccia."Il nostro studio - riporta Heide - mostra che il gene negli organoidi degli scimpanzé provoca un aumento delle cellule staminali cerebrali rilevanti e un aumento dei neuroni che svolgono un ruolo cruciale nello sviluppo delle funzioni cerebrali umane".

Quando il gene è stato eliminato dagli organoidi cerebrali derivati da unità biologiche umane, riportano gli studiosi, la quantità di cellule staminali cerebrali è diminuita significativamente. "Abbiamo dimostrato - conclude Heide - che ARHGAP11B ha svolto un ruolo cruciale nello sviluppo della neocorteccia durante l'evoluzione umana. I nostri risultati suggeriscono inoltre che alcune condizioni problematiche della neocorteccia potrebbero essere associate a particolari mutazioni di questo gene".