Allo studio un nuovo robot per l'esame del cancro ai polmoni

Allo studio un nuovo robot per l'esame del cancro ai polmoni

Si tratta di un tentacolo magnetico che misura solo 2 millimetri di diametro, circa il doppio della punta di una penna a sfera. I magneti all'esterno del paziente verranno utilizzati per guidare il robot tentacolo in posizione

nuovo robot esame cancro polmoni

© PEAKSTOCK / SCIENCE PHOTO LIBRAR / LDA / Science Photo Library via AFP  -

AGI - Un robot in grado di raggiungere in profondità i bronchi dei polmoni per prelevare campioni di tessuto o somministrare una terapia contro il cancro. E' il dispositivo sviluppato da un team di ingegneri, scienziati e clinici con sede presso lo STORM Lab dell'Università di Leeds, che sta sperimentando l'uso di sistemi robotici per assistere nelle procedure di endoscopia e di catetere. I ricercatori hanno pubblicato le loro scoperte sulla rivista Soft Robotics. Questo robot tentacolo magnetico, misura solo 2 millimetri di diametro, circa il doppio della punta di una penna a sfera. I magneti all'esterno del paziente verranno utilizzati per guidare il robot tentacolo in posizione. Per il momento, il dispositivo è un 'proof of concept' si basa cioè su test di laboratorio che coinvolgono una replica 3-D di un albero bronchiale modellato da dati anatomici.

La fase successiva della ricerca indagherà l'efficacia del dispositivo nella navigazione dei polmoni prelevati da un cadavere. Attualmente, i medici utilizzano uno strumento chiamato broncoscopio per eseguire un esame dei polmoni e delle vie aeree. La procedura prevede il passaggio di uno strumento flessibile simile a un tubo, di circa 3,5-4 millimetri di diametro, attraverso il naso o la bocca e nei passaggi bronchiali. A causa delle sue dimensioni, il broncoscopio può viaggiare solo fino ai livelli superiori dell'albero bronchiale. Per scavare più a fondo nei polmoni, un catetere o un tubo sottile - che misura circa 2 millimetri di diametro - viene fatto passare attraverso il broncoscopio e quindi nei tubi più piccoli dei polmoni.

Ma i medici sono limitati nel modo in cui possono spostare un broncoscopio, rendendo difficile spostare lo strumento e il catetere dove sono necessari. Il robot tentacolo magnetico, invece, è stato sviluppato per essere molto più manovrabile e utilizza un sistema di guida robotica personalizzato per ogni procedura. Il professor Pietro Valdastri, direttore dello STORM Lab che ha supervisionato la ricerca, ha dichiarato: "Un robot o un catetere tentacolo magnetico che misura 2 millimetri e la cui forma può essere controllata magneticamente per conformarsi all'anatomia dell'albero bronchiale può raggiungere la maggior parte delle aree del polmone e sarebbe un importante strumento clinico nell'indagine e nel trattamento del possibile cancro ai polmoni e di altre malattie polmonari.

"Il nostro sistema utilizza un sistema di guida magnetica autonomo che elimina la necessità che i pazienti vengano sottoposti a raggi X durante l'esecuzione della procedura".

Potrebbero passare diversi anni prima che la tecnologia del "tentacolo magnetico" sia disponibile in un ambiente ospedaliero. I ricercatori rendono noto che questo è un prototipo di endoscopio a basso costo - utilizzato per studiare il tratto gastrointestinale superiore - che potrebbe essere utilizzato nei paesi a reddito medio-basso dove la mancanza di accesso ad apparecchiature costose sta ostacolando i programmi di screening.