'Nemo' rischia di sparire, il pesce pagliaccio non si adatta

Il cambiamento climatico e la conseguente distruzione della barriera corallina sono i principali nemici

Nemo pesce pagliaccio clima
DENIS-HUOT Michel / hemis.fr / hemis.fr / Hemis 
Pesce pagliaccio

Il cambiamento climatico, e la conseguente distruzione della barriera corallina, stanno per uccidere 'Nemo', il pesce pagliaccio dal quale la Pixar trasse il protagonista di un indimenticabile film per bambini. Il pesce vive in un rapporto simbiotico particolare con l'anemone di mare, trovando riparo tra i suoi tentacoli (dal cui veleno è immune) e offrendogli in cambio residui di del cibo di cui si nutre.

Un team del Centro nazionale di ricerca scientifica francese ne ha osservato il comportamento a largo dell'isola di Kimbe, in Papua Nuova Guinea. Sia gli anemoni che i pesci pagliaccio si affidano al corallo per poter sopravvivere, ma questo, svanendo, sta creando loro grandi sfide di adattamento: "Il successo riproduttivo di una popolazione è dato dalla capacità di adattamento", spiega il ricercatore Benoit Poujol, e il pesce pagliaccio ha un ciclo riproduttivo particolare e le cui condizioni stanno in un ambiente stabile.

In ciascun anemone abita un pesce femmina, un maschio sessualmente attivo e la gran parte di maschi non sessualmente attivi. "Quando la femmina muore - aggiunge il ricercatore - il maschio diventa femmina, e una buona parte di quelli sessualmente non attivi lo diventano. Se intervengono limitazioni nell'ambiente circostante, il pesce pagliaccio non possiede il corredo genetico che gli permette di mutare questo ciclo riproduttivo".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it