Via libera dell'Aifa al vaccino, nessuna controindicazione anche in gravidanza

Via libera dell'Aifa al vaccino, nessuna controindicazione anche in gravidanza

Il vaccino anti Covid-19 in arrivo in Italia della Pfizer-Biontech ha un margine di sicurezza del 95%, la vaccinazione  inizierà domenica 27 dicembre con un piccolo gruppo di operatori sanitari 

Aifa approva vaccino nessuna controindicazione

© Pixtal/AGF - Vaccino anti Covid

AGI - Via libera dall'Agenzia italiana del Farmaco all'immissione in commercio del vaccino anti-Covid di Pfizer-Biontech. Lo hanno comunicato in una conferenza stampa il presidente Giorgio Palù e il direttore generale Nicola Magrini.

"Il vaccino non ha controindicazioni assolute, non sono richieste accortezze particolari per sottopopolazioni specifiche, nè gli anziani, nè per altre categorie specifiche - ha spiegato Magrini - chi ha disturbi della coagulazioni non ha controindicazioni al vaccino. La gravidanza e l'allattamento di non sono controindicazioni. Al momento, per i prossimi mesi, non e' prevista la prenotazione per vaccinarsi ma solo a chiamata per le categorie giudicate a rischio". 

Nel corso della conferenza stampa è stato spiegato che il vaccino è somministrabile a tutti dai 16 anni  in su e"anche per la categoria colpita da sclerosi multipla non vi è una controindicazione alla vaccinazione".  

"Oggi abbiamo un vaccino con un margine di sicurezza intorno al 95%, elevatissimo - ha detto il presidente Aifa Palù, - avessimo vaccini con questa efficacia... Il 100% in natura non esiste", ha aggiunto. 

"Si inizierà la vaccinazione domenica 27 dicembre con un piccolo gruppo di operatori sanitari - ha spiegato Nicola Magrini - si tratta di gruppo limitato poi passeremo a vaccinare tutti gli operatori per gennaio, e le Rsa. Successivamente verranno vaccinate le popolazioni indicate a rischio dal ministero della Salute". 

"La piattaforma di questo vaccino del tipo mRna è facilmente modulabile, quindi nel caso il virus evolvesse in maniera tale di superare le difese immunitarie si può correggere - ha sottolineato Giorgio Palù  - direi che questa piattaforma ha un vantaggio su quelle piu' tradizionali - ha concluso - è una piattaforma che permette di essere modulata".