I lamponi neri possono ridurre le infiammazioni della pelle

I lamponi neri possono ridurre le infiammazioni della pelle

Uno studio pubblicato dalla rivista Nutriens spiega che questo tipo di bacca sembra modulare le cellule dendritiche, che fungono da messaggeri per il sistema immunitario del corpo. 

lamponi neri allergie

Mangiare lamponi neri potrebbe ridurre l'infiammazione associata ad allergie cutanee. Questo il risultato di uno studio pubblicato sulla rivista Nutrients e condotto dai ricercatori della Ohio State University, che hanno verificato gli effetti dell'assunzione di questa bacca per tre settimane sui topi. "Spesso i trattamenti per le infezioni cutanee - spiega Steve Oghumu della Ohio State University - vengono applicati direttamente sulla pelle, come gli steroidi, ci sembra interessante scoprire che il consumo di questo frutto potrebbe portare a risultati paragonabili al trattamento medicinale". Il team ha condotto un esperimento su un gruppo di topolini nutriti con una dieta che includeva lamponi neri, confrontati, dopo tre settimane, con il gruppo di controllo che avevano seguito la stessa alimentazione ma senza lamponi neri. "Dopo tre settimane, - aggiunge il ricercatore - una piccola porzione delle orecchie dei topolini è stata esposta a una sostanza irritante che provoca ipersensibilità. Abbiamo poi valutato la riduzione del gonfiore confrontando la pelle degli animali, scoprendo che il gonfiore era significativamente minore negli esemplari che avevano mangiato lamponi neri".

 I ricercatori hanno scoperto che i lamponi neri sembrano modulare le cellule dendritiche, che fungono da messaggeri per il sistema immunitario del corpo. "Il sistema immunitario - continua Oghumu - è molto complesso, e spesso gli effetti che notiamo non sono dovuti direttamente ai patogeni o agli allergeni, ma alle reazioni dell'organismo che risponde ai fattori scatenanti. Nel caso dell'ipersensibilità da contatto, ad esempio, la pelle incontra un allergene e il corpo risponde producendo in quell'area delle cellule che causano infiammazione e prurito". L'autore spiega che i lamponi neri potrebbero essere in grado di gestire queste risposte. "Saranno necessari ulteriori studi - conclude il ricercatore - per capire se questi effetti si osservano anche sull'organismo umano e se si verificano anche in altre condizioni. Cercheremo di comprendere le proprietà specifiche dei lamponi neri che portano a una diminuzione dell'infiammazione".