Da dove viene il pieno di voti di M5s e Lega? Un'analisi

L’Istituto Demopolis, ha analizzato la provenienza del consenso al Movimento 5 Stelle, rispetto al voto espresso dagli italiani 5 anni fa. Ecco cosa ha scoperto

Da dove viene il pieno di voti di M5s e Lega? Un'analisi
 AGF-AFP
 Berlusconi Salvini Renzi Di Maio (AGF-AFP)

Da dove viene il pieno di voti fatto da M5s e Lega nelle elezioni del 4 marzo? Il voto è stato caratterizzato dalla significativa crescita dei due movimenti: quello guidato oggi da Luigi Di Maio – con 10 milioni e 700 mila voti – guadagna 2 milioni di voti rispetto al 2013; la Lega – 5 anni dopo - ottiene 4 milioni e 300 mila voti in più.

Da dove viene il pieno di voti di M5s e Lega? Un'analisi

L’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, ha analizzato la provenienza del consenso al Movimento 5 Stelle, rispetto al voto espresso dagli italiani 5 anni fa: dei 10 milioni e 700 mila elettori odierni, 67 su 100 avevano già votato il Movimento alle Politiche del 2013. Otto sono elettori al primo voto o cittadini che si erano astenuti. Il dato più significativo è però il flusso in ingresso: 14 elettori su 100 del M5S avevano scelto nel 2013 il PD di Bersani, 5 il PDL di Berlusconi.

Da dove viene il pieno di voti di M5s e Lega? Un'analisi

Interessante risulta anche il profilo elettorale del partito di Salvini: appena 24 su 100 sono gli elettori odierni che avevano già votato la Lega nel 2013. 11 arrivano dal M5S, 12 dal PD ed altri partiti. Ma – secondo i dati dell’Istituto Demopolis – il flusso determinante, nel successo odierno della Lega, proviene dall’area di Berlusconi: 40 elettori su 100 avevano scelto il PDL 5 anni fa. 
 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.