Scontro tra Salvini e Movimento 5 stelle sullo stralcio del "Salva Roma"

"Ci sarà lo stralcio del salva Roma e un provvedimento ad hoc per tanti comuni in dissesto", dice il vicepremier leghista, ma fonti M5s lo smentiscono subito dopo. Il Cdm è cominciato da circa un'ora 

salva roma salvini m5s
Antonio Serranò / Agf
Luigi Di Maio e Matteo salvini

"Lo stralcio del Salva Roma lo concordo con chi c'è. Con gli assenti è difficile concordare". Ha affermato il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, conversando con i giornalisti prima del Consiglio dei Ministri. Salvini conferma che Di Maio non è presente al consiglio dei ministri. "I ministri della Lega ci sono tutti". Per Salvini "ci sarà lo stralcio del salva Roma e un provvedimento ad hoc per tanti comuni in dissesto, in predissesto, indebitati, in difficoltà economica al nord, centro e sud. Vogliamo aiutare i cittadini romani, savonesi, catanesi e alessandrini".

"Abbiamo chiesto al presidente del consiglio Conte che tutti i comuni in difficoltà vengano aiutati nella stessa maniera, non qualcuno prima e qualcuno dopo" ha aggiunto Salvini. Con un "provvedimento a parte".
Sottolineando che "i ministri della Lega ci sono tutti" ha sostenuto: "quando si parla di crescita e di sostegno alle imprese è fondamentale esserci".

A Palazzo Chigi, oltre al premier Giuseppe Conte, per M5s invece è arrivata solo la ministra del Sud, Barbara Lezzi. Il consiglio dei ministri, che dovrebbe approvare definitivamente il dl Crescita, è iniziato intorno alle 20.00.

"Non è ancora stato discusso il decreto Crescita, dunque non si è potuto stralciare nulla, meno che meno il salva-Capitale". È quanto riferiscono fonti M5s, rispondendo alle dichiarazioni di Salvini.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.