Rifiuti, Di Maio: inceneritori non sono in contratto, non creare tensioni inutili

Rifiuti Di Maio Salvini inceneritori
 (Afp)
 Luigi Di Maio 

Il vicepremier M5s Luigi Di Maio torna sulla questione degli inceneritori, proposti dal vicepremier leghista Matteo Salvini e avversati dai 5 stelle. “Credo solo che quando si sa che due forze politiche abbiano idee diverse questo non è un problema, anche quando lo si dice. L’importante è sapere che cosa c’è nel contratto e non serve creare tensioni inutili quando una cosa non è prevista e quindi il problema non si pone”, ha detto Di Maio parlando a Milano. “Gli inceneritori – ha aggiunto - non sono nel contratto. E poi se parliamo di inceneritori in Campania c’è già uno dei più grandi in Europa. Tra l’altro quella è la mia regione, c’è la mia famiglia, e il Movimento ha preso quasi il 60% e crediamo di sapere che in quella regione bisogna fermare il business dei rifiuti”. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.