L'ultimatum della Lega a Letizia Moratti

L'ultimatum della Lega a Letizia Moratti

Dopo che la vice presidente della regione Lombardia, che ha parlato di promessa di "passaggio del testimone" con il leghista Attilio Fontana

ultimatum Lega Moratti

© Rossella Papetti / Agf - Letizia Moratti

AGI - Aut aut della Lega a Letizia Moratti. Dopo l'uscita di ieri della vice presidente, che ha parlato di promessa di "passaggio del testimone" con il leghista Attilio Fontana, il governatore lombardo reagisce e afferma che se Moratti "intende partecipare a un'altra avventura, non potrà amministrare" al suo fianco.

Fontana poi annuncia che incontrerà la sua vice in serata. Moratti "dovrà chiarire, non possiamo continuare ad andare avanti con questa strana situazione - scandisce -. Bisogna che si dia una svolta e che si capisca se vuole essere ancora parte di questa squadra o fare parte di un'altra squadra".

Del caso si stanno occupando direttamente Matteo Salvini e Silvio Berlusconi che potrebbero incontrarsi ad Arcore. Per la Lega, indebolita dal crollo sotto il 9% alle politiche, le continue pressioni di Moratti non sono più tollerabili e Fontana potrebbe direttamente procedere al ritiro delle deleghe dell'assessore al Welfare.

In questo caso, il segretario leghista e il Cavaliere dovrebbero scegliere un nuovo assessore di FI che si occupi di sanità e welfare almeno fino al voto delle regionali attese nel 2023. "Guardiamo con interesse" al duello tra il presidente della Regione Lombardia e la vice , ha commentato il sindaco dem di Milano, Giuseppe Sala, "perché è chiaro che potrebbe anche spaccare in parte il campo del centrodestra. E in teoria potrebbe essere anche meglio per un candidato di centrosinistra. Però è tutto da capire".