Stampa e palazzo: Meloni al lavoro sul governo

Stampa e palazzo: Meloni al lavoro sul governo

Sulla stampa le prime indiscrezioni sulla composizione della squadra

Stampa e palazzo Meloni lavoro governo

© Francesco Fotia / Agf - L'edicola a Piazza San Lorenzo in Lucina, a Roma 

AGI - Dopo la vittoria alle elezioni politiche, Giorgia Meloni comincia a lavorare sul governo. Prime indiscrezioni sulla squadra. La Lega rinnova la fiducia a Salvini, il Pd prepara il congresso. Sono questi i temi in primo piano sulle pagine di politica dei quotidiani in edicola oggi.

Corriere della Sera

Meloni, primi passi per il governo. “Dovrà essere di alto profilo, inattaccabile anche all’estero”. Tajani in corsa per la Difesa, l’ipotesi di due vicepremier. La Lega: ministero di peso a Salvini. I complimenti di Zelensky. E la leader: leale sostegno a Kiev. Dall’Europa 21 miliardi del Pnrr. Renzi apre alla riforma della Carta. Bossi, il Senatùr escluso immagine del crollo: messaggio chiaro dal popolo del Nord. Intervista al responsabile economico di FdI, Leo: caro bollette? La tregua fiscale sulle cartelle fino a 3.500 euro finanzierà gli aiuti. Parla il compagno della leader di FdI, Giambruno: “Non sono di sinistra come ha detto Giorgia. Farò i viaggi di Stato solo se me lo chiederà”. M5s, intervista a Gubitosa: “Il nostro risultato? Non è tutto reddito. Ora dall’opposizione torneremo primi”.  Pd, da Orlando a De Micheli: parte la battaglia nel partito. Parla l’ex presidente della Cei, Ruini: “La cultura è a sinistra ma il Paese a destra. Ora Meloni imiti Draghi”. Il cardinale: conosco Giorgia e me l’aspettavo, vedevo la sua ascesa.

la Repubblica

Il patto Meloni-Draghi. Debole in Europa, la leader della destra trova l’aiuto del premier. In cambio accetta tre condizioni su Ucraina, Nato e debito. Nella Lega inizia il processo a Salvini. Maroni: serve un nuovo segretario. Sfuma il Viminale, gli alleati: può fare il vicepremier. Lollobrigida (FdI): inserire il sovranismo nella Costituzione per limitare Bruxelles. I flussi elettorali: FdI cresce e sgonfia Lega, FI e 5 Stelle. A Calenda più voti dal Pd che da destra.

Il Messaggero

Meloni, prime mosse sul caro-bollette. Verso lo sblocco di parchi eolici e trivelle. Nomisma: possibili aumenti fino al 70%. Ieri vertice FdI-Forza Italia. Lollobrigida: “Il nuovo governo abolirà il Reddito”. I big della Lega processano Salvini: fiducia a tempo, Regionali decisive. Intervista a Tajani: “Nel nuovo esecutivo non riconfermeremo nessuno degli uscenti”. Pd, i veleni del congresso. “Non è la fiera delle vanità”. Letta si chiude nel silenzio.

Il Tempo

L’agenda Meloni. Giorgia non festeggia ed è al lavoro per l’Italia su dossier e ministri. Subito il caro energia. In arrivo aumenti del 60% e la bolletta diventa mensile. Poi manovra finanziaria, Pnrr e Reddito di cittadinanza in accordo con gli alleati. Dopo la sonora sconfitta, nel Pd tutti contro Letta.

Il Fatto quotidiano

Così Letta ha regalato il governo a Meloni. Il no al M5s ha fatto perdere 20 collegi: per fermarla ne bastavano undici.

La Stampa

Meloni non cede su Salvini: “Non lo voglio, è filo-russo”. È già scontro sulle poltrone. Berlusconi alza il tiro: “Tajani vicepremier”. La Lega processa il segretario: fiducia confermata ma ora è commissariato. Intervista a Ronzulli (FI): “Tra gli alleati piena dignità, Berlusconi sarà il regista”.