Berlusconi: "Penso che mi candiderò al Senato" 

Berlusconi: "Penso che mi candiderò al Senato" 

E sulla possiblità di mandare Giorgia Meloni a Palazzo Chigi il leader di Forza Italia non oppone veti. "Si dimostrerà adeguata al difficile compito. A me interessano le cose da fare". Fisco e burocrazia i primi impegni

elezioni berlusconi mi candidero senato

© Nicola Marfisi / Agf 
- Silvio Berlusconi 

AGI - "Ci sto pensando perché ho avuto pressioni da parte di tantissimi. Penso che alla fine mi candiderò al Senato così tutti quelli che me lo chiedono sarnno finalmente contenti". Così il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi, a 'Radio Anch'io'.

E il leader di Forza Italia garantisce poi le intenzioni del centrodestra nello scenario internazionale rispetto ai presunti timori dell'Ue, in caso di vittoria alle elezioni del 25 settembre. "Ho l'impressione che questa preoccupazione sia molto enfatizzata dalla nostra sinistra. In Europa per fortuna c'è molta più maturità e rispetto per l'Italia. In ogni modo la presenza di Forza Italia nel governo darà garanzia assoluta di europeismo e atlantismo". 

E rispetto all'ipotesi di Meloni a Palazzo Cighi: "Chi ha mai detto di no?", così Silvio Berlusconi, a 'Radio Anch'io', ha risposto a chi gli chiedeva di un suo eventuale via libera. "Noi abbiamo detto che chi ha più voti proporrà al capo dello stato il nome del candidato premier, se sarà Giorgia, io sono sicuro che si dimostrerà adeguata al difficile compito", ha aggiunto. "Non sono appassionato a questa competizione mi interessano più le cose da fare: battaglia contro l'oppressione fiscale e burocratica", ha continuato