Al centro non c'è posto per altri partitini oltre a Forza Italia, dice Antonio Tajani

Al centro non c'è posto per altri partitini oltre a Forza Italia, dice Antonio Tajani

Per il vicepresidente del partito, Silvio Berlusconi rimane il leader indiscusso

FI Tajani Centrodestra

©  (Afp) -  Antonio Tajani

AGI - "Per un seggio con Forza Italia conta la meritocrazia. Al centro non c’è posto per fare altri partitini». Lo ha detto Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia, in un’intervista al Corriere della Sera. Secondo Tajani, “siamo noi la garanzia per il nostro futuro, nessun altro può darcela. Abbiamo un grande leader, Berlusconi, che a causa del Covid ci è mancato molto in questa campagna elettorale, ma che c’è e che deve ispirarci non solo con le sue decisioni, ma con quello che rappresenta e incarna, che ci mette e ci ha sempre messo a disposizione ed è nelle nostre mani”.

Berlusconi leader indiscusso

E aggiunge: “Abbiamo un leader indiscusso, apprezzato, una figura di riferimento nel panorama nazionale e internazionale. Che ci guida e continuerà a farlo rappresentando con la sua stessa figura, per l’oggi e il domani, i nostri valori e le nostre idee. Saper creare, fare impresa, lottare per uno Stato liberale, un fisco più giusto, una giustizia che sia centrale nell’equilibrio dei poteri, un’Europa solidale e forte, la capacità di governare e non solo di opporsi, sono il patrimonio che Berlusconi rappresenta. Sta a noi impegnarci per farlo contare”.

Forza Italia stabilmente nel centrodestra

Per Tajani, infine, nel sistema dei partiti “non c’è posto per centrini autonomi”. Quindi conclude: come Forza Italia “siamo stabilmente nel centrodestra e al suo interno vogliamo avere un ruolo sempre maggiore: serve anche agli alleati per vincere e governare”.