Mandato zero e alleanze con i partiti: gli iscritti M5s hanno approvato la svolta

Mandato zero e alleanze con i partiti: gli iscritti M5s hanno approvato la svolta

Con 39.235 voti (80,1%) i militanti del Movimento hanno dato il via libera sulla piattaforma Rousseau alla modifica al limite degli incarichi, e quindi alla ricandidature di Virginia Raggi a sindaco di Roma. Sì anche ai patti elettorali locali con le formazioni politiche tradizionali.

m5s sì iscritti rousseau mandato zero alleanze partiti

© Claudia Greco / AGF - Piattaforma Rousseau

AGI - Gli iscritti al Movimento 5 stelle hanno detto sì alla modifica del mandato zero, quindi sì alla ricandidatura di Virginia Raggi a sindaco di Roma, e hanno dato via libera anche alle alleanze con i partiti tradizionali sui territori. È questo l'esito della votazione che si è tenuta, a partite da mezzogiorno di giovedì 13 agosto, sulla piattaforma Rousseau.

Con 39.235 voti (80,1 per cento) i militanti del Movimento 5 stelle hanno dato il via libera alla modifica del mandato zero, mentre sono stati 9.740 i contrari (circa il 19,9 %).

Gli iscritti alla piattaforma Rousseau hanno espresso voto favorevole ad alleanze "per le elezioni amministrative, oltre che con liste civiche, anche con i partiti tradizionali". I sì dei militanti M5s sono stati il 59,9%, per un totale di 29.196 voti, mentre i contrari son stati 19.514 voti (40,1 %).