Stati generali: Sassoli a Conte, fare in fretta servono riforme strutturali 

Stati generali: Sassoli a Conte, fare in fretta servono riforme strutturali 

Il presidente dell'Europarlamento: la credibilità dell' Italia passa per la lotta all'evasione

sassoli europarlamento stati generali

© Agf - David Sassoli

AGI - "Caro Presidente Conte bisogna fare in fretta. Tutti gli indicatori ci riferiscono che la crisi colpirà duramente. Servono riforme strutturali e interventi di sostegno diretto alle persone. Ieri la Spagna ha annunciato il reddito minimo vitale per sostenere il diritto alla vita dei suoi cittadini più poveri". Lo ha detto il presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli, agli Stati Generali in corso a Roma.

"Semplificare, garantire efficienza nel pubblico e nel privato, agire con tempestività. Serve uno sguardo lungimirante. Questo è quello che tutti gli europei si aspettano. L'Unione sta indicando il porto da raggiungere, i Governi europei fissino la rotta e tengano la mano salda sul timone. Dobbiamo costruire insieme una nuova personalità del nostro Continente e farlo, come invitava Hermann Hesse, spingendo più in fondo le radici senza scuotere i rami".

 "Per pretendere comportamenti diversi dagli altri, però - ha proseguito Sassoli - , bisogna dimostrare di avere le carte in regola. L'Italia deve riflettere di più su una strategia di lotta all'evasione che ogni anno sottrae ai cittadini, secondo l'Istat, circa 100 miliardi di euro". 

"Credo che sia arrivato il momento, perché in questo periodo la stragrande maggioranza dei cittadini che fanno il proprio dovere si sono resi conto dell'importanza dei servizi pubblici e dei servizi essenziali messi a disposizione anche di coloro che non contribuiscono. Si tratta non solo di un fenomeno anti-sociale, ma anche di un ostacolo alla credibilità internazionale dei nostri paesi, ha aggiunto Sassoli.