Chi sono (e che lavoro fanno) i grillini che debuttano in Parlamento

I curricula dei grillini eletti nel proporzionale sono della natura più varia. E c'è chi si trova a fare il parlamentare 'per caso'  

m5s chi sono nuovi eletti
Gennaro Giorgio / AGF 
 Luigi Di Maio

Chi sono le 'new entry' dei 5 Stelle in Parlamento? Questa volta chi ha assegnato le candidature ai collegi uninominali e nei listini plurinominali è stato attento a soppesare il titolo di studio e la storia professionale.

Nel collegio di Pomigliano un non laureato, come il leader Luigi Di Maio, ha stravinto. Eppure nelle altre sfide a due il Movimento si è preoccupato di schierare le élite delle professioni: veterinari, ortopedici, ingegneri energetici, giornalisti, biologi, generali, ricercatori di chimica organica, avvocati, criminologi, commercialisti.

Nei listini proporzionali, scrive il Corriere, è montata la marea di chi non ha potuto vantare un cursus honorem a cinque stelle: precari, camerieri, ex assistenti parlamentari, agenti turistici, impiegati, attori, operatori di cali center. Tutti, laureati e non, comunque con poca esperienza politica tranne gli ex portaborse.

Nome per nome

Silvana Nappi, medico della Asl Napoli 3 Sud, ha stracciato a Nola l'ex dc Lorenzo Cesa. La veterinaria Doriana Sali ha battuto al Vomero il medico Paolo Siani arruolato nel Pd. A Cagliari, il M5S si è affidato allo skipper Andrea Mura che ha mandato a casa l'ex governatore Ugo Cappellacci (FI) e il senatore uscente Luciano Uras. Il generale di brigata Antonio Del Monaco, già direttore di un carcere militare, è stato eletto a Caserta. Mentre il record dei voti lo ha ottenuto a Napoli la sindacalista degli insegnanti (Gilda) Rina De Lorenzo.

I parlamentari per caso

C'è da dire poi che il grande successo del M5S un partito di massa, a questo punto ha mandato in tilt il Rosatellum: in alcune circoscrizioni ci sono stati più seggi assegnati di quanti candidati fossero scesi in pista. Dunque, sono entrati in Parlamento anche i cosiddetti 'riempilista' chiamati all'ultimo momento dagli attivisti.

Con questi numeri, sono state elette molte persone della porta accanto. Piero Lorefice ha fatto l'articolista come dipendente comunale a Gela. Luciano Cadeddu, pastore e allevatore, è il nuovo deputato grillino della provincia di Oristano.

Vincenzo Garruti, militare, impegnato in molte missioni all'estero, è stato eletto in Puglia. E nella lista degli eletti in Sicilia, a Marsala, c'è anche la testimone di giustizia Piera Aiello che iniziò a collaborare dopo l'omicidio di suo marito Nicola Atria.

Invece Maria Luisa Faro, 32 anni, eletta alla Camera, manda avanti un'agenzia di viaggi in Puglia. A Taranto Alessandra Ermellino, 39 anni, grafica pubblicitaria si è avvicinata al M5S guardando i video di Beppe Grillo.

Quelli che vengono da 'altrove'

Nell'esercito di parlamentari grillini che oggi sbarcano a Roma ci sono pure alcuni ex militanti di altri partiti: Gelsomina Vono detta Silvia, avvocatessa, eletta a Catanzaro, ha presieduto un circolo dell'Idv di Antonio Di Pietro, è stata assessore a Soverato per una lista civica vicina al Pd. Sempre in Calabria, a Castrovillari, ce l'ha fatta l'ortopedico Massimo Misiti che vanta nel suo curriculum molte missioni in Africa, e una puntata anche alla Leopolda di Matteo Renzi.

Luciano Cillis, agronomo di Potenza, arriva dall'Udeur di Clemente Mastella che lo candidò alle provinciali del 2009. L'ingegnere Francesco Mollame di Palermo si era fatto le ossa nel 2008 con l'Mpa di Raffaele Lombardo. Ma la storia più singolare è quella di Luca Carabetta, ex assistente del deputato Ivan Della Valle e poi startupper.

 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it